BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Emergenza neve e sisma, Anpas ringrazia i volontari bergamaschi: “Avete portato serenità”

Il responsabile operativo Anpas Egidio Pelagatti scrive al presidente della Croce Blu di Gromo Batista Santus: “Cari e preziosi volontari grazie per il lavoro che avete svolto, la vostra presenza ci ha aiutato a lavorare bene e migliorare”.

Dopo l’encomio del Comune di Gromo per le importanti attività di protezione civile condotte nelle zone terremotate del Centro Italia, dove oltre al sisma negli ultimi mesi si è aggiunta anche l’emergenza neve, la Croce Blu incassa anche il grazie del responsabile operativo nazionale Anpas Egidio Pelagatti.

Anpas è l’associazione nazionale delle pubbliche assistenze alla quale aderisce anche la Croce Blu di Gromo che dal 24 agosto scorso, giorno delle prime terribili scosse nella zona di Amatrice, è stata impegnata con i suoi volontari nell’assistenza alle popolazioni.

Un’attività che si è conclusa idealmente nella giornata di domenica 5 febbraio: “L’impegno del settore di Protezione civile di ANPAS iniziato in seguito al terremoto del 24 agosto col montaggio del campo base di Amatrice, proseguito con quelli a Tolentino e Norcia, si conclude con lo smontaggio del campo base di Norcia (nella foto) – ha scritto Egidio Pelagatti al presidente della Croce Blu Battista SantusL’impegno dei volontari ANPAS è stato tanto ma hanno dimostrato di avere la capacità e le conoscenze per far fronte a tutte le varie richieste che ricevono. Cari e preziosi volontari grazie per il lavoro che avete svolto e per aver cercato di portare un po’ di serenità alle popolazioni terremotate. Ringrazio tutto il Dipartimento di Protezione civile per la costante e continua presenza nei nostri campi. La vostra presenza ci ha aiutato a lavorare bene e migliorare. Buona strada a tutti!#cuorealcentro”.

La missione dei volontari bergamaschi è iniziata venerdì 26 agosto quando il primo contingente, a due giorni dal sisma, è arrivato ad Amatrice: volontari con esperienze specifiche in scenari analoghi, preparate fisicamente e formate appositamente per situazioni di forte emergenza.

Dopo Amatrice è stata la volta di Norcia, giusto il tempo di un breve rientro a casa, e poi ancora avanti e indietro tra Marche e Abruzzo per l’emergenza neve: mesi frenetici, affrontati con grande spirito di servizio dai volontari bergamaschi che si sono distinti per capacità, preparazione e prontezza di riflessi nel rispondere alle chiamate.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.