BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Acciaio damascato, l’artigianato incontra il design: selezionati i tre finalisti

Design e artigianato sono due mondi attigui ma che non sempre parlano tra loro. Per mettere in contatto le realtà dell’artigianato con gli architetti e i designer, facilitando la nascita di prodotti innovativi da immettere sul mercato, CNA Bergamo e l’Ordine degli architetti di Bergamo hanno promosso il percorso “Artigianato & design: un’opportunità per nuovi mercati”.

E il primo degli workshop organizzati all’interno di questo percorso, “Acciaio damascato: design e tecniche di lavorazione”, ha ora anche i primi tre finalisti: Arturo Teramo, di Lallio; Irene Guerrieri, di Sarnico; e Roberto Rota, di Dalmine. I loro progetti sono pronti per la realizzazione e saranno esposti, insieme a tutti gli altri progetti presentati, nell’ambito di una mostra aperta da oggi fino al 22 febbraio presso la sede dell’Ordine degli architetti di Bergamo, in Passaggio Canonici lateranensi 1, a Bergamo.

Il progetto “Artigianato & design: un’opportunità per nuovi mercati” Negli scorsi mesi, CNA Bergamo ha avviato una collaborazione con l’Ordine degli architetti di Bergamo per progettare un percorso di affiancamento all’impresa volto sviluppare nuove opportunità di business. È nato così “Artigianato & design: un’opportunità per nuovi mercati”, i cui obiettivi sono mettere in contatto il mondo dell’impresa e della produzione con i designer, agevolare lo scambio di idee orientato alla creazione di nuovi prodotti e supportare l’impresa durante il processo e affiancarla per lo sviluppo. Il progetto è stato strutturato in diverse fasi: dopo la manifestazione di interesse e il colloquio di approfondimento per lo sviluppo del progetto, si è tenuto un evento in azienda per la formazione dei partecipanti e relativa trasmissione del bisogno aziendale, a cui è seguita la restituzione delle elaborazioni dei designer e la scelta del progetto idoneo per il suo successivo sviluppo.

artigiani

Dal progetto al prototipo fino alla commercializzazione
Il primo artigiano a credere nel percorso e a volerlo sperimentare è stato Luca Pizzi, titolare della Forgiapizzi, azienda di Onore specializzata nella produzione di coltelli e rasoi di altissima fattura
e specializzata nella lavorazione dell’acciaio damascato. Con Pizzi è stato possibile costruire il workshop “Acciaio damascato: design e tecniche di lavorazione” che ha visto la partecipazione di
una trentina fra architetti e designer. I tre progetti finalisti sono quelli che saranno prototipati dalla Forgiapizzi in vista della commercializzazione.

Nella fase di selezione, l’azienda è stata guidata dal supporto tecnico dell’architetto Riccardo Blumer, il designer della pluripremiata sedia “La Leggera” e docente all’Accademia di architettura
di Mendrisio in Svizzera.

I tre prodotti: un’esclusività tutta bergamasca
Arturo Teramo ha progettato una linea di rasoi da uomo ispirata alla linea della balenottera, per proporre “una texture animalier, ossia uno stile virile, selvaggio, che rievoca istinti atavici e primordiali dell’uomo”.
Roberto Rota invece ha progettato “Infinito”, una linea di coltelli da cucina.
Un segnalibro-tagliacarte, infine, è il lavoro di Irene Guerrieri, specializzata in design per bambini.

artigiani

“Il progetto deve essere sempre al centro di ogni gesto d’architettura, come se fosse un “mantra” da ripetere insistentemente – sottolinea Marcella Datei, presidente dell’Ordine degli Architetti di
Bergamo -. Ogni progetto è infatti un investimento indispensabile che consente di misurare la capacità di un oggetto di insinuarsi nelle abitudini, nei gusti e nelle percezioni di chi vive tra e nelle cose, l’atto che dona loro valore, successo e bellezza. Oggi è sempre più importante essere protagonisti insieme a chi con sapienza ed esperienza costruisce e produce: quest’esperienza pilota, realizzata grazie alla sensibilità e disponibilità di Cna e alla capacità di analisi e giudizio della commissione presieduta dall’architetto Blumer, deve essere la prima di un percorso di crescita reciproca di chi partecipa al disegno di luoghi e oggetti che segnano gli spazi della nostra vita e di chi li costruisce”.

“Questo progetto nasce dall’identificazione di un bisogno e contemporaneamente di un’opportunità delle nostre imprese artigiane di produzione – ha spiegato Maria Teresa Azzola, presidente di CNA Bergamo -. Mettere il proprio know-how tecnico a disposizione di professionisti del design per sviluppare prodotti nuovi e accedere di conseguenza a nuovi spazi di mercato. Siamo felici di avere trovato nell’Ordine degli Architetti di Bergamo un partner che ha saputo subito cogliere le opportunità di una sinergia e lavorare insieme per un progetto win-win”.

“Iniziative come queste sono fondamentali per stabilire punti fermi nella valorizzazione del design artigianale e nel rendere più chiara la qualità funzionale degli oggetti che usiamo quotidianamente”, ha sottolineato l’architetto Riccardo Blumer.

artigiani

“La scelta dei vincitori si è basata, infatti, non solo sull’estetica del disegno di partenza ma anche sulla effettiva visibilità data alla tecnica costruttiva che, nel caso dell’acciaio damascato, è eccezionale e dalla valenza estetica molto marcata. Anche la scelta di tre tipologie diverse è stata guidata dalla possibilità concreta di lanciare sul mercato prodotti differenti: il design non è arte ma un insieme di saperi al servizio dell’ideazione e progettazione di oggetti d’uso secondo forme esteticamente valide e in rapporto alla funzionalità dell’oggetto e alla sua praticità nell’uso quotidiano”.

“Sono onorato e orgoglioso dell’opportunità di essere partner di questo progetto – ha aggiunto Luca Pizzi, titolare della Forgiapizzi –. Sperimentare nuove applicazioni della mia tecnica produttiva è un’importante passo verso l’innovazione di prodotto e la diversificazione della catena della domanda. Per questo confido che la sinergia tra artigianato e design apra, per la mia azienda e per altre che parteciperanno, nuove opportunità di business, sia per me sia per i designer che vedranno realizzati i loro progetti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.