BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Libera laTesta

Informazione Pubblicitaria

“ET”, al Joe Koala in scena il teatro contemporaneo

S’intitola “ET – Extrateatro” la nuova rassegna di teatro contemporaneo promossa da Qui e Ora Residenza Teatrale, Libera la Testa & Joe Koala. In cartellone ci sono tre spettacoli a cadenza mensile dal 19 gennaio al 16 marzo il giovedì alle 21 al Joe Koala di Osio Sopra.
Si comincerà giovedì 19 gennaio con il Teatro del perché che proporrà “Cappuccetto rosso relativo”, di e con Andrea Pinna e Valentina Scuderi, musiche di Stefano De Ponti ed Eleonora Pellegrini.
Cappuccetto Rosso Relativo ragiona sui clichés, gli stereotipi, i simboli, le meschinità di oggi e di sempre, prendendo come pretesto e filo conduttore una delle favole più note al mondo: Cappuccetto Rosso, di per se stessa simbolo e crogiolo di metafore che riguardano non solo l’infanzia, ma anche i ruoli che gli esseri umani ricoprono fra loro. I due attori – autori, con il solo ausilio di un leggio e di un’innata mancanza di vergogna, interpretano tutti i ruoli: il lupo vegano iscritto al Wwf, la nonnina antropofaga, il cacciatore critico letterario, Cappuccetto Rosso fashion victim, la mamma ex detenuta e tanti altri, in un susseguirsi di situazioni paradossali. Ma, alla fine, Tiziano Ferro che c’entra?
Lo spettacolo successivo andrà in scena giovedì 16 febbraio: si tratta di “Otello unplugged”, di William Shakespeare, con Davide Lorenzo Palla. L’attore, ideatore e attore del pluripremiato progetto Tournée da Bar, accompagnato dal musicista Tiziano Cannas Aghedu, porterà l’immaginazione degli spettatori a volare grazie all’evocazione di luoghi, suoni, atmosfere e personaggi di questo grande classico, intratterrà il pubblico e renderà omaggio al genio del grande drammaturgo inglese, autore immortale che in questo testo affronta tematiche tristemente attuali, la fame di potere, il tradimento e la gelosia cieca che sfocia nel femminicidio. La regia è di Riccardo Mallus.
Giovedì 16 marzo gran finale con 20 Chiavi Teatro che proporrà “‘77”, di e con Ferdinando Vaselli, ed elaborazioni sonore Michele Baronio. L’esibizione racconta la rabbia, più distruttiva e più sana della paura che ci insegue. Una rabbia di cui non riusciamo mai a liberarci. Anche quando si diventa vecchi.
Per avere ulteriori informazioni inviare un’e-mail a quieora.organizzazione@gmail.com, telefonare al numero 3452185321 oppure consultare il sito internet www.quieoraresidenzateatrale.it – www.coltivarecultura.it

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.