BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sfregiato il murale realizzato dagli studenti contro lo sfruttamento minorile

Ignoti hanno preso di mira i murales realizzati in occasione della Giornata mondiale contro lo sfruttamento minorile, il sindaco: "bisogna lavorare per sconfiggere l’ignoranza della gente"

Vandali in azione a San Giovanni Bianco. Nella notte tra mercoledì 1 e giovedì 2 febbraio, ignoti hanno preso di mira i murales realizzati nel 2015 dagli studenti dell’Accademia Carrara di Belle Arti in occasione della Giornata mondiale contro lo sfruttamento minorile: uno vicino alla scuola elementare e uno alla pensilina del bus, sulla provinciale, nelle vicinanze del Ponte dei Frati. Proprio quest’ultimo è stato sfregiato con un getto di vernice bianca.

Duro il commento del sindaco di San Giovanni Bianco, Marco Milesi, che ha postato la foto dell’opera d’arte deturpata su Facebook: “Quanto era stato realizzato dagli studenti dell’Accademia Carrara delle belle arti aveva l’obiettivo di sensibilizzare tutti noi sul tema dello sfruttamento del lavoro minorile, non solo come denuncia ma anche come inno alla preziosità dell’infanzia – scrive il primo cittadino -. Il vile gesto di questa notte ci fa capire che bisogna lavorare ancora molto non solo per sconfiggere lo sfruttamento minorile, ma anche per sconfiggere l’ignoranza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Pluto

    Il gesto di maleducazione é incommentabile e da condannare. Ma “forse” anche quel murale era “fuori contesto” a San Giovanni Bianco.