BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ardian compra da Techint il 20% di HISI e va al controllo di Genesi Uno

Ardian diventa anche il principale socio (con una quota pari al 75%) di Genesi Uno spa, nata nel 2005 come società di progetto allo scopo di finanziare, progettare, costruire e gestire i servizi no-core (non sanitari e commerciali) del Nuovo Ospedale Civile di Legnano.

Più informazioni su

Ardian Infrastructure ha acquisito da Techint della famiglia Rocca il restante 20% del capitale di HISI (Holding di Investimenti in Sanità e Infrastrutture) che ancora non possedeva, divenendone così socio unico.

L’operazione è stata finalizzata da Ardian con i fondi Infrastructure con cui investe in Italia dal 2007 in diversi settori: dall’aeroportuale (detenendo una quota del 49% in 2i Aeroporti), alla
distribuzione rete gas (con il 27,90% in 2i Rete Gas), oltre a quelli delle energie rinnovabili e delle concessioni ospedaliere.

HISI diventerà una holding totalmente indipendente guidata da Luca Pecchio e un management team con un’esperienza accreditata nel settore PFI (Provate Finance Initiative) e PPP (Public Private Partnership).

Grazie all’operazione, di cui è stato advisor legale Ashurst, Ardian diventa contestualmente anche il principale socio (con una quota pari al 75%) di Genesi Uno spa, nata nel 2005 come società di progetto allo scopo di finanziare, progettare, costruire e gestire i servizi no-core (non sanitari e commerciali) del Nuovo Ospedale Civile di Legnano, operativo dal 2010, dopo aver ottenuto una concessione di 28 anni.

HISI era stata infatti fondata nel 2007 su iniziativa di Ardian (40%), Unicredit (40%) e Techint (20%), con l’obiettivo di acquisire il 65% di Genesi Uno. Successivamente, nel 2013, Ardian ha incrementato la sua quota in HISI, acquisendo il 40% detenuto da Unicredit.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.