BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Blocco trasporti eccezionali, Misiani: “Rischiamo di perdere commesse e credibilità”

Il deputato bergamasco del Pd Antonio Misiani ha sollecitato il ministro dei Trasporti Graziano Delrio a trovare una soluzione in tempi rapidi al problema del rilascio delle autorizzazioni per i trasporti eccezionali.

Il crollo del ponte di Annone Brianza, lo scorso ottobre sulla Statale 36, ha rallentato la concessione dei nulla osta per i trasporti eccezionali: una situazione che sta preoccupando tutto il sistema produttivo regionale.

Confindustria ha già alzato la voce, per bocca del presidente Alberto Ribolla, chiedendo ad Anas e al Ministero dei Trasporti di risolvere le difficoltà legate al rilascio delle autorizzazioni: “Pur comprendendo la cautela indotta dal tragico evento del ponte di Annone – ha commentato il numero uno degli industriali lombardi – il sistema produttivo lombardo non può fare a meno di trasporti rapidi ed efficienti. Questo stallo inaccettabile si ripercuote pesantemente sulle nostre imprese, che rischiano la paralisi della propria attività con effetti anche molto pesanti in termini di penali laddove non dovessero rispettare i tempi previsti dai contratti con i clienti”.

Ora a farsi carico della questione è anche il deputato bergamasco del Partito Democratico Antonio Misiani che ha portato le richieste direttamente al Ministro Delrio: “Il blocco dei trasporti eccezionali seguito al crollo del ponte di Annone Brianza – ha spiegato – sta producendo conseguenze fortemente negative per un segmento importante del nostro apparato industriale. Il rischio è la perdita di commesse per decine di milioni di euro destinate all’esportazione e un danno notevole alla credibilità del nostro sistema-Paese. Ho preso contatto con il Ministro dei trasporti Graziano Delrio segnalando la gravità del problema. Il rimpallo di responsabilità tra i soggetti interessati non è accettabile. Al ministro Delrio ho rappresentato la necessità di un intervento in tempi rapidi del ministero nei confronti di tutti gli enti pubblici coinvolti nel processo autorizzatorio al fine di sbloccare la situazione riportando il settore in una condizione di normalità”.

(foto lecconotizie.com)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.