BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il Modello 730 precompilato del 2017 si arricchisce con altre detrazioni: le novità

A due anni dalla sua introduzione il 730 precompilato sarà a disposizione dei lavoratori dipendenti e pensionati a partire dal prossimo 15 aprile, più ricco di dati.

Il Modello 730 precompilato è la dichiarazione dei redditi che l’Agenzia delle Entrate metterà a disposizione dei lavoratori dipendenti e pensionati a partire dal prossimo 15 aprile. Questo servizio consente a circa 30 milioni di contribuenti di ricevere la dichiarazione dei redditi percepiti nel 2016 già compilata, lasciando loro la possibilità di accettarla così come proposta o di modificarla/integrarla prima di inviarla all’Amministrazione finanziaria.

Nel 2017, a due anni dalla sua introduzione, il 730 precompilato si arricchisce in quanto conterrà sia i dati relativi ai farmaci da banco che altre spese di carattere sanitario come quelle sostenute presso fisioterapisti, ottici e parafarmacie, che nel modello dello scorso anno non erano presenti.

Ma quale è il contenuto del 730 precompilato?

Il modello dichiarativo reso disponibile dall’Agenzia delle Entrate è molto completo, grazie ai dati presenti nell’Anagrafe tributaria e alla massiccia quantità di informazioni trasmesse ogni anno dall’Amministrazione finanziaria da soggetti quali datori di lavoro, medici, farmacie, banche, università, e così via.

Le principali informazioni contenute sono:

– i dati della Certificazione Unica relativi al reddito da lavoro dipendente e alla pensione, con le ritenute operate dal datore di lavoro e dall’ente pensionistico;

– gli interessi passivi sui mutui, i premi assicurativi e i contributi previdenziali;

– le spese medico-sanitarie, universitarie e funebri;

– i bonifici relativi alle spese per ristrutturazioni edili e riqualificazione energetica di edifici.

Come si accede?

Esistono diverse modalità per accedere al 730 precompilato, ma sicuramente la più immediata è quella di richiedere il PIN e la password per l’accesso a Fiscoline, ossia l’area riservata del sito dell’Agenzia delle Entrate che consente di visualizzare la propria posizione fiscale, oltre che ricevere e trasmettere documentazione.

Con particolare riferimento alla dichiarazione dei redditi precompilata, accedendo all’area personale e riservata tramite Fisconline, ciascun contribuente, potrà:

– visualizzare la dichiarazione precompilata;

– accettare e inviare il 730 precompilato senza modifiche;

– modificare il modello inserendo, per esempio, ulteriori spese detraibili o altri redditi;

– inviare la dichiarazione precompilata.

Per i contribuenti che invieranno autonomamente il proprio 730 la scadenza è prevista per il 23 luglio prossimo, mentre il termine sarà il 7 luglio per coloro che decideranno di affidarsi a un CAF o altro intermediario per l’invio.

Pagamenti e rimborsi

Se dal 730 precompilato emerge un credito o un debito, la somma sarà accreditata o trattenuta nella busta paga o nella rata di pensione emessi dal datore di lavoro o dall’ente pensionistico nei successivi mesi di luglio o agosto/settembre.

I contribuenti che non hanno un sostituto di imposta, per esempio perché hanno interrotto il rapporto di lavoro, in caso di credito riceveranno il rimborso direttamente dall’Agenzia delle Entrate, viceversa in caso di debito dovranno effettuare il versamento mediante l’apposita procedura on line o utilizzando il modello F24 che l’Agenzia genera in formato stampabile.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.