BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Atalanta agrodolce: a Torino un pareggio che sta molto stretto ai nerazzurri

Claudio Arioli, classe 1997, studente di Marketing presso l’università degli studi Milano Bicocca, ci racconta la partita dell'Atalanta a Torino

La partita – È un 1-1 che sta quasi stretto quello conquistato dall’Atalanta allo stadio Grande Torino. La squadra di Mihajlovic parte benissimo: aggressiva e decisa, sblocca la partita al 16’ del primo tempo grazie a un colpo di testa un Iago Falque lasciato solo in mezzo all’area. L’Atalanta, però, si sveglia alla mezzora in seguito alla sostituzione di Obi (uscito per problemi muscolari). I bergamaschi riescono così a riprendere gradualmente il controllo della partita e, già nel primo tempo, sfiorano il pareggio con Gomez.
Nel secondo tempo, mister Gritti (in sostituzione dello squalificato Gasperini) manda nella mischia Kessie, scelta che permette ai neroazzurri di aumentare la qualità e il peso in mezzo al campo. Al 22’ della ripresa l’Atalanta agguanta i granata grazie all’ottima realizzazione di Petagna. Tuttavia i ragazzi di Gasperini non si accontentano e vanno più volte vicini al vantaggio con Kurtic, Conti e Petagna.

La classifica – Classifica alla mano e considerata la sconfitta all’ultimo minuto della Lazio contro il Chievo, gli unici che si devono disperare sono granata. Infatti, nonostante rimanga quasi imbattuto in casa, il Torino rimane a otto punti dalla sua rivale neroazzurra. L’Atalanta invece può sorridere continuare a sognare l’Europa a un punto da una Lazio che avrebbe potuto superare in caso di vittoria.

Il ritmo – Senza considerare il risultato, la partita contro il Torino ricorda molto l’ultima casalinga che l’Atalanta ha vinto contro la Samp: partenza alquanto sottotono che mette in difficoltà i bergamaschi, i quali poi si riprendono alla distanza e, dopo essere saliti in cattedra, trovano il gol. Alla luce delle statistiche, infatti, l’Atalanta vista a Torino ha fatto quasi da padrona superando i granata sia a livello di possesso palla che di tiri in porta.

I giocatori – A mio parere è impossibile non notare le prestazioni di Petagna, Kurtic e Spinazzola. Il primo inevitabilmente per il gol (quinto stagionale): il ragazzo cresciuto nelle giovanili del Milan era da un po’ che non faceva segnare il suo nome sul tabellone nonostante le numerose ottime prestazioni. Un gol molto interessante che il centroavanti atalantino segna di destro rasoterra girandosi perfettamente e anticipando il granata Moretti che era in arrivo. Molto bene anche Kurtic che, una volta trovata la posizione ideale, si fa trovare sempre presente e mai impreparato. Infatti, lo sloveno, oltre a essere autore dell’assist per Petagna, va ben due volte vicinissimo al gol che tuttavia non riesce a realizzare anche grazie alle prodezze di Hart. Infine, vorrei sottolineare la prestazione di Spinazzola: uno dei giovani talenti di Gasperini, che ha iniziato la stagione non benissimo, ma che da qualche giornata a questa parte sta dimostrando di essere sempre più titolare, trovandosi in perfetta sintonia con Gomez, e di avere ancora un ampio margine di miglioramento.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.