BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La Bassa in campo per le zone terremotate: balle di fieno per gli animali e aiuti agli allevatori fotogallery

Sono numerosissime le donazioni di aziende del territorio della Bassa che hanno aderito all'iniziativa, con tre autotreni carichi di 38 balle di fieno già partiti e altri 12 in fase di organizzazione.

La proverbiale generosità dei bergamaschi colpisce ancora, dal Distretto Agricolo della Bassa Bergamasca arriva un importante aiuto per gli allevatori del centro Italia che sono rimasti vittime del del terremoto dei mesi scorsi.

La Bassa Bergamasca per i terremotati

Grazie alla collaborazione tra il DABB e gli enti del COM, il comitato della Bassa bergamasca che da mesi è attivo per la raccolta di fondi e aiuti da inviare alle popolazioni terremotate, si sta organizzando un’importante progetto per la raccolta e l’invio di fieno alle aziende agricole maggiormente colpite, in modo da garantire la sopravvivenza, lungo tutto l’inverno, degli animali da allevamento che, per queste regioni italiane, costituiscono un’importantissima fonte di reddito.

“Il ruolo del distretto sarà quello di strutturare e organizzare il sistema di trasporti per portare quel foraggio a destinazione, soprattutto dove ce n’è richiesta” afferma il sindaco di Spirano Giovanni Malanchini – uno dei fondatori del distretto agricolo della bassa – e poi aggiunge “Si pensa sempre all’emergenza della ricostruzione, della rimozione delle macerie quando c’è un terremoto, ma in questo caso va a soffrire molto anche il sistema produttivo di quei posti e si rischia di dare un colpo durissimo all’economia se non si salvaguardano gli animali, il bestiame e le mandrie che, ad oggi, sono molto provate”.

Padre di questa importantissima iniziativa Bortolo Ghislotti, membro del Distretto Agricolo della Bassa Bergamasca e operante nel settore agricolo da oltre trenta anni. Proprio dalla sua esperienza diretta sul campo – ha visitato le terre colpite dal sisma e ha molti contatti con enti del luogo – è nata l’idea di portare questi preziosi aiuti, donati dagli agricoltori locali, alle aziende agricole più in sofferenza.

“Sapendo quali sono le esigenze di un allevatore che perde tutto, che ha comunque gli animali da alimentare, automaticamente ti viene naturale pensare di andare a vedere cosa gli serve realmente” afferma Ghislotti.Per fortuna siamo andati perché, per esempio, la richiesta della regione era di avere del fieno di leguminosa – una particolare specie di foraggio per animali – mentre invece a loro serviva fieno di graminacee. È stato comunque importante andar giù a vedere i nostri colleghi, a parlargli e a capire quali sono le loro esigenze. Quello che conta, comunque, è di non fare una cosa a “spot” ma di organizzare una cosa continuativa perché comunque quello che conta è di non lasciarli soli”.

Ad oggi, sono numerosissime le donazioni di aziende del territorio della Bassa che hanno aderito all’iniziativa, con tre autotreni carichi di 38 balle di fieno già partiti e altri 12 in fase di organizzazione. Unico costo per l’attuazione di questa importante iniziativa quello legato al trasporto e all’utilizzo degli autotreni. Per ovviare il problema il COM, con il contributo di vari Comuni e associazioni locali, ha deciso di utilizzare parte dei soldi raccolti durante questi mesi per finanziare la spedizione.

Beatrice Bolandrini, Sindaco di Brignano Gera d’Adda, Comune capofila del COM afferma “Come direttivo del COM abbiamo deciso immediatamente di aderire a questa iniziativa che troviamo veramente valevole e importante per gli allevatori dei territori terremotati, e proprio per questo, già domani, bonificheremo 3mila euro per iniziare già a contribuire per le spese di viaggio” e sull’attività di raccolta fondi aggiunge “È iniziata il 25 agosto, abbiamo deciso di non interromperla proprio perché, a fronte delle continue tragedie che stanno colpendo la zona, vedremo come collaborare per la ricostruzione o come intervenire verso le emergenze”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.