BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ha inventato “Cubetto”, il bergamasco Filippo Yacob premiato dalla rivista Forbes

C'è anche un bergamasco trapiantato a Londra, che ha dato vita un piccolo robot per bambini, tra i 300 giovani talenti selezionati dal magazine americano che fotografa “la meglio gioventù” europea.

C’è Filippo Yacob, un ragazzo di Bergamo trapiantato a Londra che insieme all’amico Matteo Loglio ha creato “Cubetto”: un piccolo robot che aiuta i bambini dai tre anni a pensare in modo logico, tramite una programmazione effettuabile giocando con coloratissimi blocchetti di legno.

Cubetto, con una campagna fondi su Kickstarter (sito di crowdfunding per progetti creativi), ha raccolto più di 1,5 milioni di dollari da oltre 6.500 sostenitori dopo averne chiesti centomila. C’è anche Vito Margiotta, insieme ad altri due soci ha creato “Snapp” che permette di creare app direttamente dal proprio smartphone: un’intuizione che ha colpito PayPal, con cui i tre hanno siglato un accordo. Ma ci sono anche l’ingegnere savonese venticinquenne Saverio Murgia e il socio trentino Luca Nardelli, giovani menti che hanno ideato un dispositivo per aiutare i non vedenti a condurre una vita più autonoma. Chi sono questi ragazzi? Sono alcuni tra gli italiani “under 30” più promettenti nel panorama europeo segnalati da Forbes nella classifica “30 under 30 Europe 2017” tra 300 giovani talenti .

“Si tratta di trecento superstar – ha sottolineato il direttore della rivista Randall Lane – che contribuiranno a cambiare l’Europa per i prossimi 50 anni”.

Diciotto gli italiani “under 30” pubblicati dal mensile statunitense. Nella categoria “Arts” ci sono: la fotografa Federica Dell’Orso; gli chef  Isabella Benedetta Poti e Alberto Sanna; l’illustratore Giò Pastori, Beatrice Bongiasca, milanese di 26anni fondatrice dell’omonimo marchio di gioielli e l’architetto Edoardo Tresoldi, le cui sculture di reti metalliche sono conosciute in tutto il mondo.

L’unico italiano nella categoria “Finance” è Claudio Lisco, 29 anni, manager di Ubs Fintech; così come a rappresentare il nostro Paese alla voce “Industry” c’è l’ingegnere aerospaziale Chiara Cocchiara, unica europea a far parte del programma che simula la vita su Marte. Tra i più promettenti nella categoria Law & Policy ci sono Diego Cimino, Federica D’Alessandra e Alessia Forti; mentre nella categoria “Science & Healthcare” si distinguono Francesco Maria Galassi e Christian Salvatore.
Nella categoria Technology accanto al già citato Vito Margiotta c’è Luca Todesco: diventato famoso per aver violato il muro di sicurezza di iOS 10, effettuando il jailbreak (procedura che permette di sbloccare l’accesso a tutti i file che compongono il sistema operativo di Apple) del nuovissimo iPhone 7, a sole 14 ore dalla disponibilità dell’aggiornamento, conquistando l’attenzione di Apple che lo ha già reclutato per cercare altri “bug” all’interno del suo sistema operativo. Per l’articolo su Forbes: forbes.com/30-under-30-europe-2017/.

Cosa è Cubetto? Cubetto è una simpatica scatola a tre ruote che si sposta ricevendo i comandi da una consolle che accetta blocchetti diversamente colorati e di diverse forme geometriche, proprio come un gioco di incastri. Ogni blocchetto istruisce il robot ad effettuare un determinato movimento e la sequenza dei blocchetti crea la logica complessiva di spostamento. Creata la sequenza, un pulsante di start trasferisce al cubo semovente le istruzioni per muoversi.
Un’apposita striscia di incastri consente di istruire un unico blocchetto a comportarsi in modo composito: quello che in programmazione chiameremmo subroutine, o più modernamente classe. Può essere utilizzato da bambini vedenti e non vedenti con la medesima impostazione, così da creare un’atmosfera di apprendimento egualitario che promuove il gioco inclusivo. Combinando movimento, tatto e udito, Cubetto aiuta anche i bambini con disabilità a rafforzare le capacità di sequenziare e comunicare.
In Italia è possibile acquistare Cubetto su CampuStore al prezzo di 224,48 euro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.