BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Endine: “Per fermare i pattinatori abusivi sul lago rompete il ghiaccio” foto

Semplice provocazione o proposta da prendere in esame?

Semplice provocazione o proposta da prendere seriamente in esame? Mercoledì 25 gennaio all’indirizzo mail del Comune di Spinone al Lago è arrivata una lettera firmata da F.C., un residente 57enne di Gorle che è solito frequentare la zona, soprattutto durante la stagione estiva e quella invernale.

“Vorrei proporre una semplice soluzione per risolvere il problema dei pattinatori sul lago ghiacciato – si legge nel testo della missiva -. Sono d’accordo con il sindaco quando dice che è impossibile fermare i pattinatori, e allora perché non risolvere il problema con pochi euro e avere la certezza che nessuno possa più disobbedire all’ordinanza di divieto?”.

Come? “Basterebbe rompere il ghiaccio, anche solo a pochi metri di distanza dalle sponde”. L’equazione sarebbe presto fatta: “Niente ghiaccio, niente pattinatori e nessun pericolo. Una soluzione rapida e poco costosa”, scrive il mittente della lettera.

Endine, coi pattini sul lago ghiacciato

“Una provocazione? Detta così potrebbe anche sembrare risolutiva – commenta il sindaco di Spinone al Lago, Simone Scaburri -. Rompere il ghiaccio, tuttavia, potrebbe essere molto pericoloso, oltre che complicato dal punto di vista operativo”.

La volontà del territorio è invece quella di rendere il lago una risorsa promuovibile: “Nè vietare nè tollerare –  continua il sindaco -. Con una programmazione adeguata, il lago ghiacciato potrebbe diventare un’occasione turistica, magari monitorando con dei carotaggi periodici lo spessore del ghiaccio, delimitando così le parti inagibili”.

Ormai si sa: basta che la temperatura scenda sotto lo zero per trasformare il lago in una enorme pista ghiacciata, presa d’assalto ogni inverno da centinaia di pattinatori abusivi.

Il caso più clamoroso lo scorso 9 gennaio, quando un uomo di 51 anni che stava camminando sul lago è scivolato in acqua a causa di una crepa nel ghiaccio. L’uomo è stato estratto dal lago in ipotermia, ma fortunatamente è riuscito a cavarsela.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.