BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Austerlitz”, la Shoah e il turismo di massa nei campi di sterminio nazisti

In occasione del Giorno della Memoria, venerdì 27 gennaio, viene proiettato in anteprima italiana all'Auditorium di Piazza Libertà il film "Austerlitz" del regista ucraino Sergei Loznitsa, con inizio alle 21. È un'iniziativa del Lab 80.

In occasione del Giorno della Memoria, venerdì 27 gennaio, viene proiettato in anteprima italiana all’Auditorium di Piazza Libertà il film Austerlitz del regista ucraino Sergei Loznitsa, con inizio alle 21.

Racconto sul turismo di massa di oggi nei campi di sterminio nazisti, presentato e acclamato all’ultimo Festival di Venezia, il film propone una riflessione intelligente e attuale sul senso della trasmissione della memoria legata alla Shoah.

Loznitsa mostra i visitatori del campo di Sachsenhausen, a Nord di Berlino: qualcuno passeggia tra i viali delimitati dai dormitori, altri scattano selfie all’interno dei forni crematori, altri ancora consumano il pranzo al sacco sul lastricato che separa la strada dalle fosse comuni.

Il regista non fornisce una lettura semplicistica né giudizi univoci: propone una riflessione vera sul senso della testimonianza. E induce a chiedersi: cosa farei se il turista fossi io?

Ha detto Loznitsa: «L’idea di fare questo film mi è venuta perché visitando questi luoghi ho sentito subito una sensazione sgradevole nel mio essere lì. Sentivo come se la mia stessa presenza fosse eticamente discutibile e avrei voluto davvero capire, attraverso il volto delle persone, degli altri visitatori, come ciò che guardavano si riflettesse sul loro stato d’animo. Ma non nascondo di esserne rimasto, alla fine, abbastanza perplesso».

Il film sarà brevemente introdotto da Lorenzo Rossi, critico della rivista Cineforum, e preceduto dalla performance di danza Run Boy, Run curata da Addiction School (inizio della performance ore 21, inizio proiezione ore 21,15).

La serata è ad ingresso gratuito e fa parte delle iniziative promosse dal Comune di Bergamo per il Giorno della Memoria.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.