BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La moda si fa sui social: i trend trucco, capelli e look per il 2017

I giovani ricoprono un canale fondamentale di diffusione e interpretazione: attraverso i social network promuovono stili e ne veicolano il successo, dettano legge in fatto di tendenze, sperimentano look attingendo dalle proposte che giungono dalle kermesse di stile.

* Giulia Leggeri, 23 anni, al primo anno della magistrale in Culture moderne comparate all’università di Bergamo, di Barzana.

Con il termine “Moda” si intende un comportamento variabile nel tempo che riguarda i modi di vivere, le usanze, l’abbigliamento, e definire il suo ruolo nella società odierna è difficile. Difficile perché la nostra epoca è caratterizzata da un’interdipendenza globale, da una fluidità di spazio, tempo e merci che conduce a una dimensione di continua trasformazione: i cambiamenti si susseguono velocemente e rimbalzano da un capo all’altro del pianeta in pochi secondi.

Parlare di moda non significa semplicemente commentare un abito, ma significa studiare un mezzo di comunicazione di portata mondiale, un emblema della cultura sociale. Il concetto di moda non è quindi solo legato all’idea del sogno hollywoodiano, ai red carpet, al fashion system attorno a cui ruota tutto il jet set nazionale e internazionale, ai nomi di grandi stilisti, ma si lega soprattutto all’interpretazione degli stimoli esterni che ognuno di noi restituisce, filtrati dall’estro personale, dal gusto, come espressione della propria personalità.

Non si dovrebbe considerare la moda in termini puramente estetici, ma come un processo creativo, come parte della storia di una civiltà in continuo divenire, una voce tanto importante da costituire la seconda voce del bilancio nazionale. Gli stilisti infatti cercano di cogliere le nuove tendenze proponendo nuove linee che, condivise, diventano moda. In questa dimensione così smart i giovani ricoprono un canale fondamentale di diffusione e interpretazione, attraverso i social network, infatti, promuovono stili e ne veicolano il successo, dettano legge in fatto di tendenze, sperimentano look attingendo dalle proposte che giungono dalle kermesse di stile e dai grandi marchi di abbigliamento che propongono versioni cheap dei capi in passerella.

La chiave interpretativa dovrebbe esser l’originalità, proprio perchè, come sosteneva Mademoiselle Coco Chanel: “Per essere insostituibili bisogna essere diversi”. Spesso basta anche solo un dettaglio per differenziarsi, per portare una ventata di freschezza all’insieme: una borsa a tinte accese o un accessorio luminoso regalano all’istante un tocco glamour anche all’outfit più semplice.

L’importante è puntare a valorizzarsi e divertirsi sempre anche quando si tratta di scegliere cosa indossare al mattino. Ciò che ci si propone di raccontare in questo spazio è proprio questo, racchiudere in una scatola magica spunti per sentirsi unici, commenti per restare aggiornati sulle ultime tendenze e sugli esclusivi appuntamenti del fashion system, suggerimenti in fatto di beauty, e rimedi home made. Fornire un collage di espressioni stilistiche da interpretare secondo le proprie esigenze e il proprio tempo.

E quindi cosa ci dobbiamo aspettare da questo 2017 appena cominciato? Vediamo in linea generale quali saranno i trend per il nuovo anno.  In forte ascesa c’è il fenomeno No makeup makeup, ovvero la tendenza per cui il trucco c’è ma non si vede, in cui la protagonista indiscussa è la pelle, che deve risplendere di luce propria. Utile quindi un trattamento dall’interno, grazie a prodotti che privilegiano l’idratazione, ricchi di attivi anti-ossidanti per contrastare l’azione inquinante dell’ambiente e di ingredienti organici che rubano alla natura i principi attivi di alcuni alimenti, i cosiddetti superfood, come la moringa, la curcuma, il cocco, l’avocado.

Per i capelli, protagonista il colore, utilizzato come vero e proprio accessorio di bellezza e a ogni fascia di età. A vincere sono le sfumature bold e water, dai pastello, al grigio, al biondo versione bleached quasi bianco fino al blu, che in versione denim è stato tra i più amati in assoluto, insieme al rosa.

Per quanto riguarda il look si punta all’accostamento di fantasie e tessuti diversi, la parola d’ordine è mixare, magari capi acquistati con i saldi di fine stagione, in attesa che il pallido sole primaverile faccia capolino per permetterci di rinnovare il guardaroba.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.