BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Apparecchiare la tavola è un’arte, i consigli di Lorena Giacalone foto

Lorena Giacalone, originaria di Sestri Levante ma residente a Bergamo da 33 anni, di professione è psicologa, ma da qualche tempo si è appassionata all'arte dell'apparecchiare, un hobby al quale si dedica con impegno e devozione.

Lorena Giacalone, originaria di Sestri Levante ma residente a Bergamo da 33 anni, di professione è psicologa, ma da qualche tempo si è appassionata all’arte dell’apparecchiare, un hobby al quale si dedica con impegno e devozione.

La sua passione per l’arte dell’apparecchiare è recente o ha origini lontane?
“A me è sempre piaciuto apparecchiare, ma solo ultimamente ho deciso di iscrivermi alla pagina Facebook ‘L’arte di apparecchiare la tavola’, un gruppo chiuso che al giorno d’oggi conta più di 11mila iscritti. Prima temevo che la gente avrebbe potuto pensare: ‘Non ha niente da fare nella vita e quindi apparecchia’. Poi, anche su consiglio di un’amica, ho preso coraggio e mi sono lanciata”.

In cosa consiste precisamente questa attività?
“La maggior parte della gente pensa che apparecchiare sia una cosa banale. In verità c’è tutta una cultura dietro, che rende quest’attività una vera e propria arte, con tanto di regole da rispettare dettate dal Galateo. Nel gruppo di cui faccio parte viene scelto ogni mese uno specifico tema: ad esso devono ispirarsi le creazioni fotografate e poi pubblicate dai membri. L’argomento di questo mese s’intitola Neve e Ghiaccio”.

tavola apparecchiata

Sulla sua pagina Facebook si può ammirare proprio una tavola apparecchiata secondo questo tema. Può spiegare come ha ideato la sua ultima creazione?
“La mia tavola fiabesca intende ricreare un’ambientazione boschiva invernale, richiamata dallo slittino, dai rami e dai gufi. I piatti e la tovaglia color ghiaccio suggeriscono un clima invernale, mentre al posto dei bicchieri ho scelto delle tazze che rappresentano due cani da slitta”.

Ha sottolineato che svolge quest’attività come semplice passione. Non ha mai pensato di poterla trasformare in un’occupazione a tempo pieno?
“No assolutamente no, mi dedico con impegno e dedizione, ma unicamente per passione. Il mio lavoro è un altro, questa non è un’attività da cui ricavo denaro. Mi affascina il fatto di poter pubblicare le mie creazioni sui social, sapendo che le stesse potrebbero servire da spunto per quelle altrui. Se le mie amiche devono apparecchiare per occasioni speciali, sono sempre pronta a dar loro dei consigli, ma sempre a titolo gratuito”.

tavola apparecchiata

Quali sono le maggiori soddisfazioni che ha ottenuto da quest’attività?
“Posso ritenermi molto soddisfatta perché una mia tavola è stata pubblicata in un blog intitolato AdA – L’Arte di Apparecchiare la Tavola [artediapparecchiare.blogspot.it], che si occupa con dedizione dell’argomento. Ma, ripeto, ciò che mi spinge a coltivare questo hobby è innanzitutto la passione: apparecchiare mi diverte e il fatto di poter essere d’aiuto agli altri è un valore aggiunto”.

tavola apparecchiata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.