BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Allarme falsi bollettini alle imprese, la Camera di Commercio: “Non cascateci”

L'Ente camerale mette in guardia da falsi bollettini postali arrivati alla imprese con richieste di versamento di presunti diritti: "Non hanno niente a che vedere con il diritto annuale richiesto agli iscritti al Registro delle Imprese".

Alcune imprese della provincia di Bergamo hanno ricevuto richieste di pagamento, tramite bollettino postale, di presunti “diritti camerali”: la Camera di commercio di Bergamo, però, precisa che questi bollettini non hanno niente a che vedere con il diritto annuale richiesto agli iscritti al Registro delle Imprese tenuto dalle Camere di commercio, ossia l’archivio ufficiale di tutte le imprese in Italia.

Spesso questi bollettini, per grafica e contenuto, possono indurre a pensare che il versamento sia dovuto alla Camera di commercio, ma non è così.

L’ente camerale invia una comunicazione ai soggetti interessati con gli importi e la modalità di calcolo del diritto annuale, che deve essere versato esclusivamente attraverso il modello F24 e non con bollettini di conto corrente postale.

L’invito quindi è quello di diffidare da richieste di versamento avanzate da organismi privati estranei alla Camera di commercio per l’iscrizione a repertori, elenchi, annuari, ecc. e di non esitare a chiedere chiarimenti all’ufficio delle relazioni con il pubblico (035.4225.269/e-mail urp@bg.camcom.it).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.