BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Una valanga sull’hotel, due in salvo ma i soccorritori: “Tanti morti”

Sono tanti i morti: è il disperato commento dei soccorritori che finalmente, alle 4 della note tra mercoledì e giovedì hanno raggiunto l'hotel di Rigopiano sul Gran Sasso, seppellito da una slavina.

Sono tanti i morti: è il disperato commento dei soccorritori che finalmente, alle 4 della note tra mercoledì e giovedì hanno raggiunto l’hotel di Rigopiano sul Gran Sasso, seppellito da una slavina. E due vittime sono state recuperate nella mattinata.

Lo dice il il capo del soccorso alpino abruzzese, Antonio Crocetta, arrivato con gli altri soccorritori sugli sci: tanti morti e poi dispersi e feriti. L’albergo nel comune di Farindola (Pescara) ospitava 22 persone più il personale della struttura: da qui erano arrivate disperate richieste di aiuto: una coppia era riuscita a inviare un sms: “Aiutateci stiamo morendo di freddo”.

All’una di notte due persone si sono messe in salvo. Giampiero Parete e Fabio Salzetta al momento della slavina erano all’esterno della struttura: sono riusciti a ripararsi in un’auto e sono in buone condizioni fisiche. “Siamo nella colonna mobile in cammino verso l’hotel Rigopiano. Sul posto ci sono finora solo i soccorritori arrivati con gli sci” spiega il sindaco di Farindola, Ilario Lacchetta, raggiunto dall’Ansa.

La colonna mobile non era infatti riuscita a procedere nella notte. E intorno alle 6 il sindaco aveva affidato alcune riflessioni al presidente della Provincia di Pescara, Antonio Di Marco che le aveva postate su Facebook: “Il soccorso alpino con gli sci è arrivato sul posto. La valanga è di grandi dimensioni e ha coinvolto integralmente l’hotel – afferma il sindaco – che pare abbia retto. Dentro si vede una lucina e adesso gli uomini stanno entrando. La zona resta pericolosa per eventuali distacchi e per adesso è impossibile cercare eventuali dispersi nella neve. Preghiamo che siano tutti salvi”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.