BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Contro il piano della sosta la Lega raccoglie firme per un referendum foto

"Abbiamo già iniziato una raccolta firme - dichiara Alberto Ribolla, segretario cittadino - e a breve scenderemo in piazza con i gazebo, già programmati per il mese di febbraio e marzo, organizzando anche un referendum tra i cittadini.

Dopo la campagna dei maxi manifesti dello scorso dicembre per informare i cittadini relativamente alle scelte della Giunta di centrosinistra in tema di piano della sosta, la Lega Nord è pronta a nuove iniziative per contrastare quella che ritiene una scelta molto negativa per Bergamo e che tocca tutte le categorie.

“Abbiamo già iniziato una raccolta firme – dichiara Alberto Ribolla, segretario cittadino – e a breve, sollecitati dai commercianti, dai residenti del centro, dei quartieri e dei paesi della cintura, scenderemo in piazza con i gazebo, già programmati per il mese di febbraio e marzo, organizzando anche un referendum tra i cittadini. Contemporaneamente stiamo promuovendo una campagna porta a porta, tra abitazioni e negozi, per raccogliere i pareri della gente e per confrontarci sulle problematiche conseguenti”.

Ribolla sottolinea che “l’amministrazione Gori ha annunciato che a fine mese verrà attuato, dopo l’aumento del costo della sosta su strada (ora addirittura maggiore, in certi casi, al costo della sosta nei parcheggi in silos) e dopo l’introduzione del pagamento della sosta la domenica, anche il pagamento della sosta per i residenti, senza però dare alcuna soluzione alla carenza dei posti auto già esistente che, almeno la domenica, veniva parzialmente supplita dai parcheggi gratuiti. Tra le criticità già segnalate relativamente all’introduzione del pagamento della sosta la domenica, ad esempio, la durata massima troppo esigua (solo 2 ore) che non permette di poter fare acquisti o di recarsi ad eventi culturali in città, o la mancata previsione di convenzioni con i parcheggi in silos, già richiesta più volte dalla Lega Nord ed appoggiata, anche pubblicamente, dai commercianti”.

Continuiamo a ritenere, conclude “che il piano della sosta nel suo complesso sia estremamente negativo e che danneggi, da un lato, il commercio, tessuto vitale della città, a tutto favore dei centri commerciali, e, dall’altro, le tasche dei cittadini, senza avere alcun servizio in cambio, come il potenziamento delle corse degli autobus, che non è stato previsto. Faremo di tutto per far sentire la nostra voce e quella dei nostri concittadini”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.