BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Provincia e vendita delle azioni Sacbo, la Lega: “Danno erariale, segnaleremo alla Corte dei conti”

La Provincia di Bergamo ha venduto il 3% delle azioni Sacbo di sua proprietà. Gianfranco Masper, capogruppo e consigliere della Lega Nord in Provincia di Bergamo, analizza la cessione delle azioni.

La Provincia di Bergamo ha venduto il 3% delle azioni Sacbo di sua proprietà. Gianfranco Masper, capogruppo e consigliere della Lega Nord in Provincia di Bergamo, analizza la cessione delle azioni.

In data 4 novembre 2016 il consiglio provinciale ha deliberato a maggioranza la vendita del 3% della partecipazione in azioni Sacbo contraddicendo platealmente le ripetute dichiarazioni del presidente che solo alcuni mesi prima aveva affermato: “È logico che non possiamo pensare alla vendita delle azioni ora, con un futuro tutto da costruire”) e smentendo le decisioni prese dal consiglio che si era pronunciato contro la riduzione della partecipazione per non mettere a rischio la realizzazione di una equilibrata Newco tra Sea e Sacbo.
Provincia – interrogazione riguardante le azioni SACBO

Oltre a criticare la decisione di vendere la partecipazione, anche se in modo parziale, il nostro gruppo ha censurato il metodo con cui è stato affidato l’incarico di valutazione della partecipazione che ha portato a determinare un valore assolutamente inferiore a quello reale. Infatti per l’analisi sono stati utilizzati semplicemente i documenti forniti dalla Provincia senza tenere conto nemmeno del Piano industriale della SACBO e senza effettuare alcuna accesso ai documenti della società.
Provincia – nota relativa alla valutazione delle azioni SACBO

Mi permetto di sottolineare che questo modo di procedere è assolutamente poco professionale. E lo dico a ragion veduta visto che un po’ di esperienza nel campo l’ho acquisita.
In riposta alla mia nota lo Studio Cattaneo ha replicato e nella sua risposta sostanzialmente mi viene data ragione. Infatti nella stessa viene dichiarato che la documentazione a sua disposizione era limitata e il tempo per approfondire era poco.
Provincia – risposta dello studio cattaneo alla nostra nota x azioni SACBO

Rossi ha giustificato tutto questo con la necessità di avere fondi a disposizione per sistemare le cose più urgenti nelle scuole e le strade, ma il risultato di questa urgenza non è sufficiente e ha portato alla svendita di questa partecipazione strategica. La riduzione del 35% del prezzo calcolato dallo Studio è un’ulteriore forte penalizzazione poco giustificata dalla asserzione che si tratta di una partecipazione minoritaria. Era già ben chiaro al momento della valutazione che le azioni sarebbero state ritirate dalla Sacbo.
Considerazioni dello studio cattaneo alla nostra nota x sacbo

Al danno economico occorre aggiungere la perdita di peso nell’ambito del patto di sindacato già indebolito dalla perdita di identità “bergamasc” di altri soci come Ubi, Credito Bergamasco, Italcementi.
Alla luce delle considerazioni precedenti il nostro Gruppo sta valutando la possibilità di segnalare il tutto alla Corte dei Conti per danno erariale all’Ente Provincia.

*Gianfranco Masper
capogruppo e consigliere della Lega Nord in Provincia di Bergamo

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.