BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Giorno della memoria, al cinema con “Il viaggio di Fanny” e “Lettere da Berlino”

In occasione della giornata della memoria sono due i film proposti, in orario serale e pomeridiano, al Cinema Conca Verde e Cinema del Borgo di Bergamo

Più informazioni su

In occasione della giornata della memoria sono due i film proposti, in orario serale e pomeridiano, al Cinema Conca Verde e Cinema del Borgo di Bergamo. In programma giovedì 26 e venerdì 27 gennaio alle 21, al Cinema Conca Verde (per le scuole su prenotazione) il ‘Miglior Film al Giffoni Film Festival 2016′. Ovvero “Il viaggio di Fanny” di L. Doillon. Nella Francia occupata del 1943, Fanny e le sorelle sono mandate nel Nord Italia in un orfanotrofio per bambini ebrei. Presto, però, i nazisti arrivano sul territorio italiano e i membri dell’orfanotrofio organizzano disperatamente la partenza dei piccoli verso la neutrale Svizzera.

Martedì 24 alle 16 e mercoledì 25 e giovedì 26 gennaio alle 21 è invece in programma al Cinema del Borgo “Lettere da Berlino” di V. Perez. Ambientato nel 1940, la capitale tedesca è paralizzata dalla paura. Otto e Anna Quangel sono una coppia della classe operaia che cerca, come tutti, di stare lontano dai guai. Tuttavia, quando il loro unico figlio viene ucciso al fronte, la perdita li scuote a tal punto da spingerli a compiere atti di resistenza. Otto e Anna iniziano a diffondere in città cartoline anonime in cui vengono attaccati sia Hitler che il suo regime. La loro campagna attirerà ben presto l’attenzione dell’ispettore della Gestapo Escherich ma Otto e Anna, nonostante il rischio di essere catturati e giustiziati, non si daranno per vinti.

Altri film disponibili per le scuole i giorni e orari da concordare

– UNA VOLTA NELLA VITA
dai 14 anni
di M.C. Mention-Schaar, Francia 2014, 105′

La scuola ritratta con ottimismo e speranza, come il luogo possibile della trasmissione, non solo del sapere, ma ancor più del saper imparare.
Nella banlieu di Créteil, a sud-est di Parigi, il crogiolo di etnie e differenti confessioni religiose ha numeri ben sopra la media. Al liceo Léon Blum, in particolare, una classe multiculturale litigiosa e indisciplinata crea problemi al preside e al corpo docente. Solo la professoressa di storia, Anne Gueguen, pare essere in grado di farsi ascoltare da quei ragazzi. Non solo: contro il parere di tutti, e inizialmente scoraggiata dagli studenti stessi, la Gueguen sceglie proprio quella seconda esplosiva, anziché la gemella ‘europea’ più disciplinata, per partecipare al concorso nazionale della Resistenza e della Deportazione (CNRD) indetto dal Ministero della Pubblica Istruzione. L’incontro con la memoria della Shoah avrà un impatto indelebile sulla vita e sul comportamento dei ragazzi della banlieu.

– LA VERITÀ NEGATA
dai 14 anni
di M. Jackson, USA, Gran Bretagna 2016, 110′

Nel 1996 il saggista britannico negazionista ed esperto di Adolf Hitler David Irving intenta una causa di diffamazione contro l’editore Penguin Books e l’accademica americana ebrea Deborah Lipstadt.
Ne segue una lunga istruttoria che culmina nel 2000 in un processo di 4 mesi tenuto a Londra. A difendere la donna, i migliori avvocati del Regno Unito, costretti a provare che l’olocausto è realmente accaduto e che Irving, che sceglie di difendersi da solo, ha manipolato i dati per far scomparire la Storia. Dalle vicende processuali, Deborah Lipstadt ha tratto il libro “Denial: Holocaust History on Trial” (2005).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.