BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Addio Carlo Bodega, capitano d’industria e campione sportivo

Il presidente e amministratore delegato della Bodega G. & C. Spa di Cisano Bergamasco si è spento all'età di 79 anni all'ospedale di Treviglio dove, da qualche giorno, era ricoverato a seguito di una grave broncopolmonite.

Il mondo dello sport e della grande industria piange il Cavaliere del Lavoro Carlo Bodega.

Il presidente e amministratore delegato della Bodega G. & C. Spa di Cisano Bergamasco si è spento all’età di 79 anni all’ospedale di Treviglio dove, da qualche giorno, era ricoverato a seguito di una grave broncopolmonite.

Carlo Bodega aveva preso l’attività di famiglia, di minuteria metallica, avviata nella seconda guerra mondiale a Lecco e l’ha trasformata nel tempo in un colosso industriale di primo livello. Nel 1964 l’azienda si concentra sull’estrusione dell’alluminio, un’attività pionieristica che lo colloca tra i primi imprenditori in Italia. Nel 1989 la realizzazione di un grande impianto industriale di minuteria metallica e di lavorazione di meccaniche dei profili in alluminio estrusi.

Nel 2000 la realizzazione di uno stabilimento, sempre a Cisano di 40mila metri quadrati, dedicato all’estrusione dei profili di alluminio. Oggi la Bodega G.& C. Spa fattura oltre 90 milioni di euro e conta 234 dipendenti.

“È sempre stato un imprenditore con una grande visione sul futuro, un uomo carismatico al quale ero legato da un profondo affetto” commenta Marco Del Gracco, direttore generale della Bodega.

Carlo Bodega era un campione non solo nel mondo degli affari, era un vincente sportivo: era stato campione mondiale di motonautica e di offshore, oltre che dirigente della Calcio Lecco.
I funerali si svolgeranno giovedì 19 gennaio, alle 15, nella chiesa di Pescate, in provincia di Lecco, paese natale di Bodega.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.