BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il plauso di Marco Baliani a Bergamo, al Donizetti e al suo pubblico

Mentre si concludono le repliche di Human, Marco Baliani dedica a Bergamo, al Donizetti e al suo pubblico, un pensiero speciale.

Marco Baliani, attore, autore, regista impegnato e acclamato nel teatro italiano, sta per concludere le repliche di Human a Bergamo e regala al Teatro Donizetti il suo plauso, che inorgoglisce l’intera città oltre alla direttrice Maria Grazia Panigada e tutto il mondo che ruota attorno a questa istituzione culturale cittadina, a cominciare dal pubblico.

Ecco le parole di Baliani.

È l’ultima replica di Human al Teatro Donizetti Bergamo. Il teatro si è riempito fino agli spalti superiori per tutte le sei rappresentazioni. E la partecipazione emotiva si percepiva ogni volta con una singolare sensazione di accoglienza.

Quello di Bergamo è un pubblico davvero speciale, consapevole, che sceglie il teatro come luogo ove esercitare scoperte, non saprei dirlo in altro modo. Per avere un pubblico così c’è dietro un lungo lavoro di preparazione e programmazione che si dispiega in anni e anni di attenzione e cura. Al di là del successo, quello che sento qui, ma anche negli altri teatri del territorio, penso al teatro di Nembro ad esempio, è di essere a casa.

Fin da quando facevo teatro ragazzi Bergamo è stata una città accogliente, col Pandemonium teatro, che ancora oggi prosegue con tenacia un lavoro di teatro per le giovani generazioni, che mi invitava a compiere sperimentazioni, le prime narrazioni e poi il compianto Benvenuto Cuminetti che aveva l’intuito e il coraggio di portare Kohlhaas, proprio qui al Donizetti, io su una sedia in questa immenso spazio col teatro stracolmo anche allora, e poi ancora i tanti stages, seminari e workshop da me condotti, insomma a Bergamo mi pare di aver seminato tanto nel tempo e mi immagino che questo pubblico che ci applaude con tanto trasporto sia in parte il raccolto di quelle seminagioni. Magari non è così, ma mi piace pensarlo, mi dà senso e forza per continuare a cercare.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.