BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Là dove il tempo s’è fermato: alla scoperta dei casoncelli della Trattoria Visconti video

Ad Ambivere vi è un locale che, dal 1932, custodisce con amore la memoria di  famiglia, tramandandosi col trascorrere degli anni, ricette e valori in controtendenza alla frenesia e alla superficialità della Società contemporanea.

Trattoria Visconti

La Trattoria Visconti, gestita oggi dalla quarta generazione di questa famiglia, ha infatti saputo mantenere intatto il sapore e la magia della propria tradizione – nel rispetto dei tempi e della natura – pur continuando a evolversi in termini di qualità e idee: Fiorella – la mamma – da perfetta padrona di casa – si divide tra l’accoglienza della sala e le preparazioni più importanti della cucina, in cui viene affiancata dal figlio Roberto e dallo Chef Alessandro Rota ; papà Giorgio cura minuziosamente l’orto del ristorante, dal quale provengono non solo tutti gli ortaggi che danno vita ai piatti della Trattoria, ma anche il mais rostrato dell’Isola Bergamasca, con cui è prodotta la polenta della stessa Trattoria Visconti. Daniele, il figlio maggiore, dirige la sala con impeccabile maestria e gestisce una cantina che farebbe impallidire molti ristoranti stellati d’Italia.
Un luogo in cui il kilometro zero è autentico e sincero e che, dove non arriva con le proprie risorse, si affida ai produttori della zona che ne condividono i valori – innescando così una virtuosa collaborazione tra le economie locali.

Filosofia che ha permesso alla Trattoria Visconti di figurare ormai da diversi anni tra i Cuochi dell’alleanza Slow Food, oltre che comparire nella selezione dei 13 ristoranti Slow Cooking di Lombardia, e di essere una delle 9 Premiate Trattorie Italiane, poiché locale con una gestione familiare di oltre mezzo secolo, focalizzata sulla valorizzazione della tradizione territoriale.

Una cucina, quella della Trattoria Visconti, alla spasmodica ricerca dell’eccellenza che si concretizza in piatti sempre attuali, con la giusta attenzione all’universo vegano e alle sempre più diffuse esigenze alimentari. Si pensi che uno dei cavalli di battaglia della Trattoria – i Casoncelli di Nonna Ida – vengono realizzati anche nella versione gluten-free.
Casoncelli speciali poiché realizzati secondo la tradizionale e originale ricetta, che ritroviamo addirittura a pagina 123 del Dizionario Enciclopedico della Cucina Bergamasca, come una delle versioni tipiche del celeberrimo primo piatto orobico.

In inverno, imperdibile il carrello dei bolliti e – per tutto l’anno – irrinunciabile la degustazione dei formaggi.

PROVATO E APPROVATO PER VOI
Casoncelli della Nonna Ida. 12,00 €
Stracotto (Polenta di mais con manzo cotto a lungo al Valcalepio rosso). 16,00 €
Girandola di formaggi vaccini e caprini con composte. 14,00 €

Casoncelli

LA RICETTA DELLO CHEF
I Casoncelli di nonna Ida
Ricetta per 6 porzioni

INGREDIENTI
(Per la pasta)
400 gr di farina
100 gr di semola di grano duro
2 uova
2 cucchiai d’olio
(per il ripieno)
125 g di pane grattugiato
1 uovo
70 g di grana
100 g di macinato per salame
200 g di carne di manzo arrostita
5 g di amaretti
10 g di uva sultanina
½ spicchio d’aglio tritato
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
sale, pepe, noce moscata, cannella
(Per il condimento)
80 gr di burro
100 gr di pancetta tagliata a dadini
100 gr di grana grattugiato
salvia
noce moscata

PREPARAZIONE
Amalgate sulla spianatoia la farina, la semola le uova e un pizzico di sale e l’olio. Aggiungete acqua quanto basta a ottenere un composto omogeneo, quindi lasciatelo riposare per almeno mezz’ora.
Nel frattempo preparate il ripieno, fate rosolare con una noce di burro il macinato per salame, la carne arrostita e l’aglio. Versate tutto in una terrina, unite il pangrattato, il grana, l’uovo, l’uvetta tritata, pepe, sale, noce moscata e cannella. Nel frattempo amalgamate l’impasto, stendete la sfoglia, ritagliate dei dischi di 6 cm e distribuitevi al centro un cucchiaio di ripieno, quindi piegate il disco di pasta sul ripieno, chiudete il bordo, ripiegate la parte ripiena sul bordo e pressate leggermente al centro.
Lessate i casoncelli in acqua bollente salata, scolateli e disponeteli su di un piatto da portata, cospargeteli con il grana grattugiato e conditeli con il burro nocciola insieme alla salvia, alla pancetta e un pizzico di noce moscata. Servire subito.

Trattoria Visconti
(Chef Alessandro Rota)
Ambivere (BG), Via Alcide De Gasperi, 12
Chiuso martedì e mercoledì – Tel. 035 908153
Sito internet: www.trattoriavisconti.it

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.