BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’uomo che cantava poesie: 18 anni fa moriva il grande Fabrizio De Andrè

L’11 gennaio del 1999 non è morto solo uno dei più grandi cantautori che l’Italia ha conosciuto: è morto uno dei migliori poeti del ‘900.

Sembra ieri, invece sono già passati 18 anni da quando ci ha lasciati Fabrizio De Andrè.

I suoi versi sono diventati immortali, impressi nella memoria di molti. In quasi quarant’anni di attività artistica, De André ha scritto 13 album che dalla canzone sconfinano nella poesia più assoluta, al centro della quale aveva sempre messo i più fragili: emarginati, ribelli, prostitute, i senzadio, i poveri diavoli, “quelli che per diritto naturale nascono antiborghesi”. Poesie indiscutibili ormai inserite in varie antologie scolastiche di letteratura già dai primi anni Settanta.

E’ giudizio comune che le sue canzoni lette e ascoltate, anche senza musica, scalano ancora oggi le vette della più elevata poesia.

Noi di Bergamonews abbiamo voluto omaggiare il grande Faber con una playlist sul nostro canale Spotify:

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.