BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Calcio, ladro entra a scuola e si addormenta in aula: arrestato

È successo intorno a mezzanotte di sabato 7 gennaio: lo hanno trovato i carabinieri, ubriaco, mentre russava

Più informazioni su

Entra di notte a scuola per rubare ma poi si addormenta in classe e viene arrestato. È successo intorno a mezzanotte di sabato 7 gennaio a Calcio, dove un marocchino di 38 anni, con numerosi precedenti (e con il vizio di alzare un po’ troppo il gomito), si è introdotto nella scuola media Martiri Della Resistenza di via Franco Schieppati per rubare alcuni computer.

Per entrare l’uomo, in stato di ebbrezza alcolica, ha sfondato una delle vetrate dell’ingresso. Alcuni residenti della zona, insospettiti dai rumori, hanno così avvertito i carabinieri.

Nel frattempo il ladro ha raggiunto la segreteria dell’istituto e si è infilato nello zaino alcuni portatili. Si è poi diretto nell’ufficio del preside e, senza un motivo particolare, l’ha messo a soqquadro.

Arrivato al primo piano dell’edificio, il 38enne è entrato in una delle aule e si è sdraiato su alcuni banchi. In preda all’alcol, si è quindi addormentato. Un sonno talmente profondo che ha persino iniziato a russare.

Tanto che i carabinieri, nel frattempo arrivati a scuola, sono stati attirati verso quell’aula proprio da quel respiro rumoroso. Lo hanno trovato lì, vicino allo zaino con la refurtiva, e dopo averlo svegliato lo hanno arrestato.

Nel processo per direttissima di lunedì 9 gennaio l’uomo si è difeso spiegando di essere stato ubriaco e di non ricordarsi nulla di quella sera. Il giudice Alessandra Chiavegatti, alla luce della sua lunga lista di precedenti, ha convalidato l’arresto con la misura cautelare del carcere. Dove il ladro, in attesa dell’udienza del 2 febbraio, potrà dormire sonni tranquilli.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.