BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Direttiva Bolkestein, ecco i bandi per i posteggi su aree pubbliche, mercati e fiere

Palafrizzoni ha dato inizio alla procedura. I termini per la presentazione delle domande scadono il 5 marzo 2017

In attuazione della direttiva europea denominata Bolkestein – un documento del 2006, recepito dall’Italia nel 2010, che prevede la riassegnazione di tutti i posteggi per il commercio sulle aree pubbliche – e delle norme nazionali e regionali conseguenti, il Comune di Bergamo indice i bandi per l’assegnazione dei posteggi su aree pubbliche per mercati, posteggi isolati e fiere.

L’obiettivo è un principio di turnazione nell’utilizzo del suolo pubblico da parte dei privati. Così i Comuni sono obbligati a pubblicare tanti bandi pubblici quanti sono i posteggi sul territorio.

Il Governo, con il Decreto di fine anno – denominato “milleproroghe” – ha tuttavia prorogato al 31 dicembre 2018 la scadenza. Poiché il Decreto non è ancora stato convertito in Legge (e pertanto potrebbe subire modifiche in sede di conversione) e valutate le indicazioni di Regione Lombardia, la quale invita i Comuni a procedere comunque alla pubblicazione dei bandi, il Comune di Bergamo ha stabilito di dare inizio alla procedura.

Le domande di assegnazione dei posteggi vanno presentate utilizzando esclusivamente il modulo predisposto dall’Amministrazione comunale, che deve essere compilato e firmato digitalmente dal richiedente o da un intermediario munito di procura, compilando i moduli sottoriportati. I termini per la presentazione delle domande scadono il 5 marzo 2017.

Le planimetrie relative ai singoli posteggi messi a bando sono consultabili nelle pagine del seguente link: piani per il commercio su aree pubbliche

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.