BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Cologno sempre più “smart”, per comunicare ai cittadini si usa Telegram foto

L'ultima di una lunga serie di iniziative proposte dal sindaco Chiara Drago, votate alla digitalizzazione del rapporto tra amministrazione e cittadini

Dopo la trasmissione del Consiglio comunale in diretta, ecco l’ultima trovata del sindaco di Cologno al Serio, Chiara Drago. Per comunicare con i suoi cittadini farà affidamento (anche) su Telegram, il servizio di messaggistica istantanea gratuito per conoscere in tempo reale le iniziative del Comune, le variazioni d’orario di alcuni servizi e le scadenze da ricordare. Basterà dunque iscriversi al canale Telegram dell’amministrazione per ricevere direttamente sul proprio smartphone o tablet tutte le comunicazioni e le informazioni utili.

È l’ultima iniziativa votata al miglioramento e alla digitalizzazione del rapporto comune-cittadino, che fanno di Cologno al Serio una delle amministrazioni più “smart” della Bergamasca, dopo la nascita dell’apposita pagina Facebook e di un canale Youtube.

“Telegram è utilissimo e diverso dal più usato e conosciuto Whatsapp, perché garantisce maggiore privacy e gruppi meno limitati. Inoltre non compare il numero di telefono, per cui nessuno può deliberatamente salvarne uno nella sua rubrica – ha commentato il primo cittadino -. È dunque un canale più sicuro, con maggiori possibilità di comunicazione diretta . I cittadini di Cologno sono in questo modo più facilmente raggiungibili. Useremo questo canale per comunicazioni di servizio, segnalazioni di eventi, spostamenti d’orari, o anche di pericolo”.

Chiara Drago, sindaco di Cologno al Serio

(nella foto: il sindaco di Cologno al Serio, Chiara Drago)

“È qualcosa da sperimentare – continua – perché pochi Comuni in Italia fanno quello che stiamo facendo noi. In base poi a quella che sarà la risposta decideremo se implementare ed incrementare il servizio, o se andare a ridurlo. Ma siamo fiduciosi in un responso più che positivo.”

Questa idea alla lunga garantirà l’arrivo dei BOT di Telegram, grazie ai quali sarà garantita un’interazione ancora maggiore: “vogliamo coinvolgere e condividere sempre più col cittadino”, ha sostenuto la Drago, aggiungendo che ciò a cui mirano è una maggior consapevolezza degli abitanti di Cologno.

L’idea va di pari passo con l’innovazione e l’efficacia di riunioni comunali tenute via Skype: ancora da sperimentare, questo tipo di scelta è stata approvata durante l’ultimo consiglio di novembre. “Non ne abbiamo ancora fatte perché l’iter burocratico ancora non ce lo aveva permesso, ma sappiamo che è un modo per rimanere in contatto e confrontarci ovunque siamo”.

C’è chi ha approvato l’idea di riprendersi e parlare, mentre altri non vogliono apparire sullo schermo: “Non è un problema, ciò che importa è il sonoro. Perché per affrontare la riunione non sarà necessario né obbligatorio tenere la webcam accesa, basta potersi confrontare e decidere sui vari temi comunicando, e quindi tenendo il microfono ben acceso.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.