BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Circoli locali etici mondo migliore: in 1.200 rispondono all’appello bergamasco

L’associazione, che in tutta Italia annovera quasi 100mila aderenti per circa 18mila gruppi sparsi nelle principali città della Penisola, si è data appuntamento lo scorso 28 dicembre a Caravaggio nell’accogliente cascina San Carlo.

“La prima uscita pubblica ufficiale nella nostra terra non poteva andare meglio di così”.

Sono queste le prime battute a caldo di Giannino Salvi, referente dei Clemm bergamaschi, i Circoli locali etici mondo migliore che nella nostra provincia contano ormai alcune migliaia di iscritti.

L’associazione, che in tutta Italia annovera quasi 100mila aderenti per circa 18mila gruppi sparsi nelle principali città della Penisola, si è data appuntamento lo scorso 28 dicembre a Caravaggio nell’accogliente cascina San Carlo.
All’appello di Salvi e di tutti i referenti provinciali lombardi, coordinati da Dario Anticoni, hanno risposto oltre 1.200 iscritti, giunti per ascoltare i relatori di questa terza tappa del tour che vedrà il suo termine il 3 marzo a Roma, quando prenderanno il via concretamente i progetti solidali di cui il Comitato organizzatore etico mondo migliore si sta facendo promotore da un anno a questa parte.

Tre gli ospiti d’eccezione dell’evento bergamasco. Marco Fincati, referente nazionale del settore Formazione per il Coemm, nonché ideatore del metodo Rqi (Riequilibrio quantico integrato), ha illustrato le linee guida che possono modificare i cambiamenti errati che ogni individuo assume nella vita quotidiana e che, a lungo andare, portano a uno squilibrio che può portare anche all’insorgenza di alcune patologie. Esperto di tecniche di autoguarigione e di crescita personale, Fincati ha posto l’accento sull’obiettivo che ognuno deve prefissarsi: ovvero rendersi indipendente dagli altri per raggiungere la vera felicità interiore.

Margherita Petio, biologa e naturopata, referente nazionale Sanità, ha invece promosso i comportamenti virtuosi che conducono a un’alimentazione consapevole. Quindi è stata la volta di Guido Porcellini, medico chirurgo, responsabile nutrizionale di Montepaschi Basket Siena e Granducato rugby Parma, oltre che medico personale di atleti di alto profilo come gli olimpionici Federica Pellegrini (oro nel nuoto 200 m stile libero a Pechino nel 2008) e Giuliano Razzoli (oro nello slalom speciale a Vancouver nel 2010), che ha intrattenuto i presenti sui principi della psiconeuroendocrinoimmunologia, mostrando come lo stato psicoemotivo ed affettivo dell’individuo influenza o modifica il decorso di un evento patologico.

etici mondo migliore

Atteso, come sempre, l’intervento di Maurizio Sarlo, segretario generale del Coemm, per la sua prima uscita pubblica in terra orobica. L’ideatore e anima del progetto ha ripercorso le tappe e i motivi per cui 30 anni fa ha iniziato a occuparsi del processo di cambiamento sociale che vede nell’abbattimento della povertà nel mondo il suo obiettivo principale, partendo da azioni di solidarietà a livello locale che vedono nell’introduzione del reddito di cittadinanza, o meglio, nel reddito di dignità, uno dei pilastri.

Tema quanto mai attuale visto che proprio in questi giorni sia il Governo sia diverse forze politiche stanno iniziando a considerare l’ipotesi di introdurre un reddito di solidarietà per disoccupati e famiglie in serie difficoltà economiche. Il Coemm di questo ne ha fatto il cavallo di battaglia, insieme ad altri progetti che vanno dalla istruzione, ai trasporti, alla sanità gratis per tutti, oltre a farsi promotore di una nuova concezione di smaltimento di rifiuti privo di emissioni nocive, dello sviluppo convinto delle medicine complementari, del sostegno dell’economia locale e dei prodotti biologici e a km zero, convinti che per uscire dalla crisi occorre ripartire dal lavoro degli artigiani, dei professionisti e dei piccoli imprenditori che fanno dell’etica e del rispetto dei ritmi della natura i valori della loro attività.

etici mondo migliore

(Da sinistra, Giannino Salvi, referente Clemm provincia di Bergamo, Maurizio Sarlo, segretario generale Coemm, e Dario Anticoni, referente regione Lombardia)

I circoli, che si riuniscono ogni mese in quasi tutti i comuni della Bergamasca per discutere di temi etici come il rispetto, l’altruismo, la responsabilità e la coerenza, sono aperti a chiunque voglia condividere il proprio pensiero per uscire dalla logica di quelle regole che hanno generato la crisi economica di questi ultimi anni, con l’unico scopo di favorire il sistema dei poteri finanziari a discapito di migliaia di famiglie.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.