BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Partorisce bimba morta e poi perde la vita: doppio dramma a Ponte San Pietro

Ilaria Oldoni, 29 anni, non sentiva più la piccola che portava in grembo perché era morta, e lei ha perso la vita dopo il parto indotto

Prima si è spezzato il suo sogno di diventare mamma, poi ha addirittura perso la vita. Doppio dramma al Policlinico di Ponte San Pietro dove Ilaria Oldoni, una giovane donna di 29 anni residente a Calcinate, è stata costretta a partorire la bimba che portava in grembo e a seguito di una grave emorragia è deceduta.

La donna, originaria di Cavernago, convivente con il 33enne Michele Calefato, si era rivolta ai medici della struttura di Ponte San Pietro nella giornata di mercoledì 5 gennaio, dopo che da alcuni giorni aveva la sensazione di non ricevere più segni di vita dalla piccola creatura che portava in grembo, che avrebbe dovuto chiamarsi Sveva.

Un sentore purtroppo corretto, perché la bimba era ormai deceduta. Il personale medico del Policlinico ha così deciso di intervenire con un parto indotto, che ha però causato una gravissima emorragia alla 29enne: Ilaria Oldoni è spirata dopo 24 ore di agonia.

La giovane donna lascia nel dolore il convivente, la sorella e i genitori.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.