BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Meningite, a Bergamo e Lombardia ci si potrà vaccinare a prezzo scontato

Con l'inizio del 2017, stando a quanto reso noto dall'assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera, i cittadini potranno fare richiesta per le vaccinazioni per la protezione individuale nei confronti dei ceppi di meningococco (A/B/C/W/Y) a prezzi ridotti

Sconti sui vaccini anti-meningite in Lombardia e anche a Bergamo. Da gennaio 2017, stando a quanto reso noto dall’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera, i cittadini potranno fare richiesta per le vaccinazioni per la protezione individuale nei confronti dei ceppi di meningococco (A/B/C/W/Y) a prezzi ridotti.

“Per quanto riguarda il Meningococco, mi preme ribadire che non vi è alcuna emergenza o epidemia – ha ribadito Gallera -. Nel 2016 i casi registrati sono stati 37, dato assolutamente in linea con gli anni precedenti; si tratta comunque di una incidenza di casi inferiore alla media del decennio 2001-2010”.

“Nonostante non ci siano picchi nei casi di meningite – ha proseguito l’assessore – abbiamo registrato un interesse crescente per il vaccino da parte della popolazione non coinvolta nell’offerta vaccinale gratuita. A tutte queste persone Regione Lombardia darà la possibilità di accedere alle vaccinazioni contro tutti i ceppi del Meningococco, per protezione individuale, con la formula del co-pagamento”.

“Il costo del vaccino a carico del cittadino – conclude – sarà pari al prezzo di acquisto sostenuto da Regione Lombardia senza ulteriore ricarico. A questo andrà aggiunto il costo di somministrazione definito dal Tariffario delle prestazioni e degli interventi erogati dal Dipartimento di Prevenzione Medico delle Aziende Sanitarie Locali e alcuni costi organizzativi con un risparmio per i cittadini che andrà dal 30 al 60%”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.