BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Delitto di Colognola, il giorno del dolore: l’ultimo saluto a Daniela

Sabato alle 10.30 i funerali di Daniela Roveri, la 48enne uccisa martedì sera in via Keplero a Colognola: intanto le indagini proseguono su ogni fronte.

Più informazioni su

Sono in programma alle 10.30 nella chiesa di Ognissanti del cimitero monumentale di Bergamo i funerali di Daniela Roveri, la 48enne sgozzata martedì 20 dicembre nell’androne del palazzo dove viveva, in via Keplero nel quartiere di Colognola.

Venerdì è stato il momento della veglia funebre: il quartiere si è stretto attorno alla famiglia, in particolare alla mamma Silvia, con una fiaccolata partita dalla chiesa San Sisto e che è poi proseguita per le vie di Colognola fino in piazzale della Scienza.

E’ stato il primo ricordo della manager dopo l’esame autoptico effettuato giovedì all’ospedale Papa Giovanni XXIII che ha stabilito come ad ucciderla sia stata una sola coltellata al collo che non le ha lasciato scampo. Sempre da quanto emerso, non c’è stata nessuna colluttazione con l’assassino: sul cadavere non ci sono altri tipi di lesione. Possibile quindi che la donna sia sta colta di sorpresa, magari alle spalle. Ma non è escluso che conoscesse chi l’ha ammazzata. La cosa certa è che il delitto si è consumato in pochi secondi.

Nel frattempo le indagini, coordinate dal sostituto procuratore Davide Palmieri, proseguono su ogni fronte: se, infatti, la pista passionale sembra prevalere al momento su altre ipotesi, gli inquirenti non hanno ancora escluso alcuna eventualità. Per questo si sta provando a ricostruire le ultime ore di Daniela, scavando nell’ambito personale quanto in quello lavorativo.

Chi ha ucciso Daniela si è portato via la borsetta con gli effetti personali, ma questo non porterebbe direttamente a una rapina finita tragicamente. Anzi, nelle ultime ore chi indaga sembra privilegiare la pista passionale, ipotizzando che il furto sia stato solo un modo per non lasciare indizi o per sviare le indagini. All’interno, oltre al denaro e alle carte di credito, c’era il telefono cellulare della donna, che potrebbe contenere informazioni preziose sulla sua sfera privata di una vita che pare senza ombre. Gli agenti lo stanno cercando e pare si trovi ancora nella zona,visto l’ultimo segnale emesso nella mattinata di mercoledì, prima di spegnersi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.