BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Bianco su Bianco”, gli attori a Bgnews: “Emozione e tecnologia, un grido di speranza”

In redazione a Bergamonews i due attori di Bianco su Bianco, in scena in questi giorni (giovedì e venerdì per la precisione) al teatro Sociale di Bergamo con la compagnia Finzi Pasca nell'ambito degli Altri percorsi: Helena Bittencourt, brasiliana, e Goos Meeuwsen, olandese.

In redazione a Bergamonews i due attori di Bianco su Bianco (leggi), in scena in questi giorni (giovedì e venerdì per la precisione) al teatro Sociale di Bergamo con la compagnia Finzi Pasca nell’ambito degli Altri percorsi.

Helena Bittencourt, brasiliana, e Goos Meeuwsen, olandese sono gli interpreti dell’opera: per la prima volta a Bergamo?

Per me, Helena, la seconda, per Goos la prima.

Che storia portate in scena con Bianco su Bianco? 

Helena Bittencourt: uno spettacolo molto intimo, siamo solo noi in scena, di solito siamo otto, dieci, anche mille… Daniele Finzi Pasca dice che è un grido di speranza, molto tragica e anche molto clownesco. Io sono un’attrice che prova a raccontare una storia eGoos è un tecnico che mi aiuta… però a poco a poco scopriamo che la storia è la sua storia, la nostra storia. E’ u  intreccio pieno di piccoli segreti che si svelano

Voi siete coppia nella vita e coppia sulla scena: com’è?

Goos Meeuwsen: Bello. facciamo le prove anche a casa…mentre cuciniamo

Come vi siete conosciuti?

Helena Bittencourt: Eravamo a Taiwan, io in un gruppo, lui in un altro. Non stavamo tanto bene. Ci siamo detti: perché non facciamo qualcosa insieme?

E adesso un lavoro tutto per voi due…

Goos Meeuwsen: Sì, molto bello

Come siete stati accolti giovedì, alla Prima al Teatro Sociale?

Helena Bittencourt: Benissimo. Siamo molto “toccati” (si dice?) perché il teatro non è piccolo ma è raccolto. Il pubblico è vicino ed è davvero attento, un pubblico che pensa, che reagisce. E’ spontaneo… si è crata subito una magia, anche grazie a come è disposto il teatro, i balconi lì sopra con questi occhi che ti guardano dall’alto…

Cosa colpisce di più nello spettacolo?

Helena Bittercourt: Lo spettacolo è molto forte, colpisce visivamente. Siamo in tre in scena. con 360 candeline, lampadine… che raccontano insieme a noi. E la storia che raccontiamo è piena di emozione

Cosa sono le 360 lampadine? I giorni dell’anno?

No (ridono) Rappresentano i piccoli segreti. Daniele Finzi Pasca dice che ognuna è un’anima che si accende e si spegne. Un sistema creato per i  giochi olimpici: la compagnia ha creato una foresta di luci, ognuna indipendente e in Bianco su Bianco ha fatto la stessa cosa con 360 luci. Un sistema complesso, tecnologico, che però sembra semplice.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.