BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ortofrutta

Informazione Pubblicitaria

Finocchi, depurativi e ottimi per piatti light: provateli in insalata con le arance

Sono i finocchi il prodotto della settimana al mercato ortofrutticolo di Bergamo: le nostre Amichesciroppate li hanno utilizzati per preparare una facile ma gustosa insalata con arance.

Croccanti e piacevolmente profumati, sono i finocchi il prodotto della settimana al mercato ortofrutticolo bergamasco. Ortaggio di stagione, per la propria spesa dal fruttivendolo o dall’ambulante di fiducia si possono trovare a un buon rapporto tra qualità e prezzo.

Dotati di diverse proprietà benefiche per la salute e il benessere dell’organismo, sono composti principalmente d’acqua, contengono fibre e presentano una discreta dotazione di minerali, come il potassio. Inoltre, si caratterizzano per la presenza di vitamina A e C, utili per rafforzare il sistema immunitario, ma non mancano di flavonoidi, antiossidanti che aiutano l’organismo a contrastare i radicali liberi, a prevenire l’invecchiamento e a mantenere i tessuti sani.

Grazie alla loro composizione, svolgono preziose proprietà digestive, concorrono a evitare la formazione di gas intestinali e danno benefici in caso di gonfiori o contrazioni addominali. Inoltre, vantano funzioni depurative, in particolare a carico del fegato e del sangue, e antinfiammatorie, soprattutto nei riguardi del colon. Secondo alcune ricerche, infine, possono contribuire a ridurre il tasso di colesterolo nel sangue, ad abbassare la pressione sanguigna, a contrastare l’anemia, a favorire l’apporto di ossigeno al cervello e a preservare la salute degli occhi.

Ipocalorici, versatili e ottimi per le diete light, in cucina possono essere consumati sia crudi, in insalata, sia lessati o gratinati, ottenendo un contorno semplice e leggero. In alternativa, possono essere adoperati per cucinare zuppe, minestre e torte salate, oppure per preparare una tisana rilassante e digestiva. Un consiglio: al momento dell’acquisto, è preferibile scegliere quelli lisci e di colore bianco brillante.

Dando uno sguardo più in generale al mercato ortofrutticolo, chi per questa settimana prenatalizia si aspettava un richiesta particolarmente intensa sarà costretto a ricredersi di fronte ai dati emersi: le compravendite paiono non aver tratto i benefici tanto attesi. Anche chi sino all’ultimo credeva che il comprato della frutta esotica potesse risollevare la situazione è rimasto inevitabilmente deluso.

Più specificatamente, per quanto riguarda gli agrumi e in particolare per le arance si rileva una richiesta disallineata rispetto alla disponibilità di prodotto: qualità eccellente per la varietà “Navellina” e in costante miglioramento anche quella del “Tarocco”, mentre la produzione lamenta quantitativi disponibili inferiori alla scorsa stagione, i prezzi sono pressoché gli stessi della campagna passata. Anche per i mandaranci la presenza di prodotto supera di gran lunga la richiesta di mercato e ciò determina prezzi poco soddisfacenti soprattutto per la produzione, con una qualità che nella massa è ancora buona.

Intanto, aumenta l’offerta di mandarini siciliani con quotazioni in graduale diminuzione, ma il consumatore finale pare ancora poco attento alla specie da poco disponibile. I limoni si possono trovare principalmente con origine spagnola: la campagna del prodotto siciliano pare in ritardo e questo, per ora, permette al prodotto iberico di crescere in termini di volumi di vendita.

È sempre altalenante il valore di mercato delle fragole per le quali, negli ultimi giorni della settimana, le indicazioni che arrivano dai luoghi di produzione, perlopiù siciliani, chiedono di aumentare nuovamente.

Passando al comparto orticolo, si rileva una situazione commerciale piuttosto soddisfacente per i carciofi: il buon rapporto qualità-prezzo e il clima particolarmente favorevole sono condizioni che spingono i consumi della specie. Risultano stabili le quotazioni di cavolfiori, patate, cipolle, finocchi, porri, spinaci e zucche, mentre puntano decisamente verso l’alto i valori di mercato dei broccoletti.

Sono in deciso rialzo i listini dei pomodori, senza particolari distinzioni tra provenienza e varietà, mentre crolla l’offerta della produzione locale di lattuga Gentile e Cappuccio e di conseguenza crescono, anche sensibilmente, i prezzi del prodotto di altra provenienza.

Risultano stabili le quotazioni dei radicchi rossi, mentre si registra un aumento dei prezzi per quello tardivo di Treviso.

Si confermano entro valori decisamente elevati le quotazioni delle melanzane e delle zucchine, con una quantità di prodotto disponibile che pare essere inferiore rispetto all’attuale richiesta di mercato.

Per concludere, un’ultima osservazione: mentre il “reale” valore di mercato degli ananas cresce, con quotazioni che all’ingrosso si attestano attorno al 1,50 euro/kg, alcune catene della grande distribuzione, come ogni anno, per il periodo natalizio, offrono ananas a prezzi evidentemente sottocosto.

La ricetta della settimana a cura delle nostre Amichesciroppate

Torre di finocchi e arance

Ingredienti per quattro persone

2 finocchi medi

2 arance

Olio evo q.b.

Sale q.b.

Pepe q.b.

Procedimento

Tagliare i finocchi a fettine sottili, utilizzate se volete anche la mandolina, metteteli in una ciotola.

Tagliate l’arancia a vivo: prendete le arance, rimuovete la calotta superiore e quella inferiore e mettetele da parte.

Appoggiate l’arancia su una delle due basi appena create e tagliate la buccia con il coltello cercando di seguire la forma dell’agrume.

Ricavate a questo punto delle fettine d’arancia tagliandoli a vivo ovvero senza pellicine e mettetele in una ciotola.

Condite i finocchi con sale, pepe e olio, fate la stessa cosa con le fettine di arancia.

Ora non vi resta che assemblare il piatto, create una torretta formando degli strati finocchio – arancia –finocchio – arancia.

Irrorate l’insalata con il l’emulsione di succo d’arancia, olio, sale e pepe che vi sarà rimasta nella ciotola delle arance.

Il piatto è pronto…. Gustoso e light!!

Questa insalata sarà una valida alleata, sazia ma con un contenuto calorico molto ridotto, circa 70 calorie per ogni etto, è povera di grassi,ma molto ricca di fibre, quindi è un piatto particolarmente indicato per chi tiene alla propria linea.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.