BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Banco Popolare e Bpm presentano il logo di Banco Bpm Spa

Dal 1° gennaio 2017 sarà effettiva la fusione tra BPM e Banco Popolare che darà avvio alla terza banca italiana, costituita da 2.500 sportelli e oltre 25.000 dipendenti. Presente in tutta Italia, Banco BPM sarà leader nelle aree più ricche del Paese e servirà oltre 4 milioni di clienti.

Dal 1° gennaio 2017 sarà effettiva la fusione tra BPM e Banco Popolare che darà avvio alla terza banca italiana, costituita da 2.500 sportelli e oltre 25.000 dipendenti. Presente in tutta Italia, Banco BPM sarà leader nelle aree più ricche del Paese e servirà oltre 4 milioni di clienti.

Il logo scelto per connotare il nascente gruppo Banco BPM celebra la tradizione di due grandi istituti popolari e allo stesso tempo ne simboleggia l’unione. Le sfumature cromatiche che dal blu portano al verde, colori che da sempre evocano le due identità bancarie, rappresentano la combinazione di valori, intenti e prospettive su cui Banco Popolare e Banca Popolare di Milano hanno fondato la propria storia.

Un orizzonte stilizzato, simbolo di condivisione e collegamento tra due mondi che si uniscono e si orientano verso un medesimo futuro, sovrasta il logotipo e costituisce elemento di coesione: un tratto che esprime il legame tra due banche che, insieme, danno vita a una realtà nazionale che continuerà ad accompagnare i progetti, la crescita e lo sviluppo di tutte le persone e le imprese presenti nei territori di radicamento.

Un simbolo essenziale e contemporaneo, il cui disegno è stato studiato e realizzato internamente al nuovo Gruppo, che dichiara la volontà d’innovare, nel senso della tradizione, e di affrontare nuove sfide a sostegno soprattutto dei giovani e con l’obiettivo di creare valore per clienti, azionisti e territori.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.