BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Provincia, Rossi annuncia: “A inizio 2017 giù le tariffe al parcheggio dell’ospedale”

Si chiude un 2016 intenso per la Provincia di Bergamo, tra grandi opere, la vendita delle azioni Sacbo e nuovi piani per il prossimo anno: la grande novità nelle prime settimane del 2017 sarà l'abbassamento delle tariffe del parcheggio del Papa Giovanni.

“Due anni complicati, fatti di scelte coraggiose e di impegni politici e amministrativi”: il presidente della Provincia di Bergamo Matteo Rossi ha descritto così il suo impegno a capo dell’Ente di via Tasso ma, terminati i bilanci, ha subito rilanciato in vista del 2017.

Proprio per l’inizio del nuovo anno è attesa una novità importantissima: “Nelle prime settimane del 2017 – ha annunciato Rossi – saremo nelle condizioni di abbassare le tariffe del parcheggio del nuovo ospedale. Non possiamo dare ulteriori dettagli o cifre perchè ci stiamo ancora lavorando ma i bergamaschi se lo aspettano”.

È questo il primo di quattro obiettivi già fissati che prevedono anche la chiusura della questione scalo merci, la massima attenzione sullo snodo di Pontesecco e un grande investimento sulle Valli.

A monte di tutto, però, c’è ancora un bilancio da chiudere e un paradosso che il presidente Rossi sottolinea con forza: “Rischiamo di avere milioni in conto capitale ma abbiamo la parte corrente ancora da pareggiare. È un problema non più rinviabile e comune a tutte le Province: insieme a Brescia abbiamo avanzato una proposta secca al Governo, quella che l’addizione sull’assicurazione auto venga lasciata sul territorio. Si parla di circa 35 milioni di euro che sarebbero risolutivi”.

Non si toccheranno invece piano territoriale di coordinamento provinciale e il nuovo piano di bacino del trasporto pubblico: “Il primo darà un disegno armonico di sviluppo del territorio – ha spiegato Mauro Bonomelli, consigliere con delega alla Protezione Civile, Trasporto pubblico locale e Polizia provinciale – Il secondo traccerà il futuro decennale del trasporto che negli ultimi anni ha visto solo tagli, garantendo degli standar minimi comuni”.

Di grande attualità la vendita delle azioni Sacbo, un atto che il presidente Matteo Rossi ha definito coraggioso: “Circa tre milioni incassati andranno nell’asfalto delle strade provinciali – ha sottolineato Pasquale Gandolfi, consigliere con delega a Viabilità, infrastrutture e grandi opere – Partiranno tre bandi non al massimo ribasso ma basati sull’offerta migliorativa, in Val Brembana, in Val Seriana e in pianura. Dopo cinque anni di niente, in due anni abbiamo ripreso la buona prassi di intervenire preventivamente sulla manutenzione ordinaria sui 1.240 chilometri di strade. Mi fa piacere sottolineare anche i 25 milioni del Patto per la Lombardia destinati al casello autostradale di Bergamo, il raddoppio ferroviario Montello-Ponte, il treno per Orio, l’inizio dei lavori sulla Treviolo-Paladina previsti per la primavera 2017, il previsto completamento della variante di Zogno, la copertura per la variante di Comun Nuovo e l’aver portato avanti la Trescore-Entratico”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.