BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Blu Basket Treviglio

Informazione Pubblicitaria

La Remer Treviglio a fianco di Slums Dunk per il calendario 2017

Presentato dal presidente Gianfranco Testa e dal responsabile relazioni esterne e marketing Guido Pozzi il Calendario 2017 della Blu Basket: parte dei proventi saranno donati a Slums Dunk, la Onlus fondata da Bruno Cerella e Tommaso Marino.

Dodici immagini per dodici mesi raffiguranti i giocatori ed il coach della Remer Treviglio immortalati dal fotografo professionista Simone Raso, varesino appassionato di sport e X-photographer ufficiale per Fujifilm Italia, riconoscimento ricevuto grazie al progetto fotografico “Slums Dunk”.

Ed è proprio a questa Onlus, fondata da Tommaso Marino e Bruno Cerella, che saranno donati parte dei proventi provenienti dalla vendita del calendario (offerta minima € 10).

Quest’anno la Blu Basket ha giocato sull’effetto sorpresa, stupendo tutti, sia i collaboratori, sia i tifosi: pochissimi, infatti, avevano ammirato le immagini in anteprima, immagini suggestive, accattivanti, immagini scattate da Simone Raso mercoledì 30 novembre quando il PalaFacchetti si è trasformato, per un giorno, in set fotografico con modelli esclusivi.

Lavorare con la Blu Basket – racconta Simone – è stato pazzesco; io e Guido ci siamo trovati immediatamente sulla stessa lunghezza d’onda. Un lavoro di cui sono davvero contento. Treviglio ha dimostrato di avere un management davvero lungimirante, sono poche le società capaci di capire l’importanza di iniziative di questo genere! Trovarmi poi a lavorare con Tommy e i suoi compagni di squadra è stato divertentissimo”.

Ad illustrare la nuova e rinnovata edizione del Calendario 2017 è stato Guido Pozzi, che ha evidenziato la preziosa ed importante collaborazione con Simone Raso, chiave di volta di questa produzione.

L’idea del calendario così impostato girava da qualche tempo. La mitica cassiera Marzia Ferrari ha buttato lì la proposta per prima, trovando piena accoglienza sia mia – afferma Guido Pozzi – che della Società. Perché il tutto si concretizzasse, ci voleva la scintilla: quando ho visto ciò che Simone Raso aveva creato per Slums Dunk, ho detto “Ci siamo”. Abbiamo contattato Simone, parlato con Marino per la liaison con Slums Dunk, sentito coach Vertemati e la squadra, ed il 30 novembre è andato in scena quello che scoprirete nel video del backstage (https://youtu.be/_1-4c8BMhBk).

La realizzazione grafica è stata curata da Paolo Taddeo, mentre Gianfranco Frigeni ha guidato il team della Tipografia San Nicolò per produrre e confezionare questo prodotto veramente unico, artistico e di qualità”.

Il binomio sport-sociale, che da qualche tempo è entrato in casa Blu Basket 1971, non poteva non far rotta su Slums Dunk onlus: è stato come un assist di Tommaso Marino per una schiacciata di Bruno Cerella.

Nelle parole del play Tommaso Marino un commento al calendario e all’esperienza del set fotografico: “Sicuramente la prima cosa è un dovuto ringraziamento a Guido Pozzi e alla Società perché hanno pensato a Slums Dunk, poiché non era per forza necessario devolvere una parte del ricavato alla nostra onlus e dedicare anche una pagina del calendario all’associazione. È stata sicuramente una giornata molto bella quella dello shooting per il calendario, in primis perchè è stato fatto con un mio amico (Simone Raso) che, anche se per un giorno solo, è entrato a far parte della famiglia Blu Basket ; secondo, oltre che ad essere mio amico è anche un grande professionista e ciò ha reso tutto molto divertente. Ora, a risultato finito, non posso che compiacermi perché è veramente molto bello, dimostrando che a Treviglio le cose, quando si fanno, si fanno per bene. Spero che i tifosi e gli appassionati di Treviglio apprezzeranno e lo acquisteranno perché è un bell’oggetto da avere in casa per il 2017″.

Ci piace qui ricordare quanto la Blu Basket faccia durante la stagione per il sociale, sposando campagne di raccolta fondi solidali, accogliendo stand di associazioni di volontariato durante i match casalinghi, ospitando tifosi meno fortunati durante le partite, visitando strutture di ricovero e formazione, spesso attività fatte a fari spenti e non pubblicizzate, che caratterizzano il nostro impegno nel sociale; il nostro modo di fare beneficenza avviene spesso lontano dai riflettori, ma stavolta si è deciso di parlarne, provando a sensibilizzare anche i tifosi e i partner commerciali.

Il calendario 2017 – puntualizza il Presidente Gianfranco Testa – è un progetto che fa parte del nuovo piano di comunicazione della nostra società. Sport e solidarietà è il messaggio che vogliamo lanciare con il calendario, tutto da scoprire, oltre che rendere nuova, dinamica ed accattivante l’immagine dei nostri giocatori che in questo caso sono stati sapientemente immortalati con scatti innovativi e celebri citazioni che ci accompagneranno per un anno intero”.

Adesso tocca proprio a voi: tifosi, appassionati, sportivi, aziende sostenitrici, chiunque voglia condividere con il Calendario 2017 un anno di sport, 12 mesi di passione, 52 settimane di emozioni e 365 giorni di solidarietà.

Il Calendario 2017 è distribuito attraverso un duplice canale:
– Durante le gare casalinghe della Remer, al Blu Point

– In distribuzione, a partire da martedì 20 dicembre, nei seguenti partner commerciali:
• Paolo Riva Pasticceria – Viale Alcide de Gasperi, 14/E, Treviglio
• Ego Club – Strada Rivoltana chilometro 5,5, Misano Gera D’Adda
• Slam Dunk Shop – Viale Oriano 17°, Treviglio
• Jammin cafè – Piazzetta Santagiuliana, Treviglio

Calendario 2017 Remer Treviglio

IL CALENDARIO:
Copertina: testine dei giocatori e di coach Vertemati
Gennaio: Curtis Nwohuocha
Febbraio: Salvatore Genovese
Marzo: Pierpaolo Marini
Aprile: Adam Sollazzo
Maggio: il quintetto
Giugno: Andrea Pecchia
Luglio: Luca Cesana
Agosto: Paulius Sorokas
Settembre: Coach Adriano Vertemati
Ottobre: Tommaso Marino
Novembre: Emanuele Rossi
Dicembre: Nicholas Dessì e Andrea Mezzanotte

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.