BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Atalanta, il gioco c’è ma ora caccia ai tre punti: Empoli chance da non perdere

A sole 72 ore di distanza dall’ottima prova del Meazza, l’Atalanta scende di nuovo in campo all’Atleti Azzurri nell’anticipo infrasettimanale della 18esima giornata. Ospite dei nerazzurri l’Empoli

Più informazioni su

A sole 72 ore di distanza dall’ottima prova offerta al Meazza, l’Atalanta scende di nuovo in campo all’Atleti Azzurri nell’anticipo infrasettimanale della 18esima giornata. Ospite dei nerazzurri sarà l’Empoli di Martusciello, reduce dalla convincente prova casalinga contro il Cagliari che l’ha vista prevalere sulla compagine sarda.

La squadra toscana sta disputando un campionato sottotono (si trova attualmente al quart’ultimo posto con soli 14 punti). A dir la verità, pur trovandosi in piena zona retrocessione, l’andatura a lumaca delle ultime tre (Palermo, Crotone e Pescara) sta favorendo gli azzurri che continuino a mantenere un discreto vantaggio su trio di formazioni che, a metà del cammino, paiono già condannate alla retrocessione.

Davanti ai propri tifosi, gli uomini di Gasperini hanno quindi a loro disposizione una ghiotta occasione per tornare alla vittoria che manca da tre giornate nel corso delle quali hanno conquistato un solo punto. Nonostante questo (speriamo momentaneo) rallentamento rispetto al precedente filotto di gare senza sconfitte, la Dea, grazie anche ai risultati negativi delle squadre che la seguono, continua a mantenere la sesta posizione in classifica, in piena zona Europa League.

Se è corretto parlare di rallentamento in termini di punti fatti, la stessa cosa non può dirsi in termini di gioco espresso, visto che la formazione nerazzurra ha sempre giocato in modo convincente. Anche nella partita di sabato scorso a San Siro, i nostri hanno disputato una prova maiuscola, tenendo testa ai milanesi rossoneri soprattutto nei primi 45 minuti durante i quali potevano passare in vantaggio, mentre nella ripresa, pur faticando, si sono difesi comunque con ordine.

Ecco quindi che le possibilità di consolidare questa prestigiosa posizione di classifica sono obiettivamente concrete e i giocatori nerazzurri paiono molto motivati nel voler regalare ai propri tifosi la decima vittoria della stagione.

Le due squadre si sono sfidate 7 volte nella massima serie A all’Atleti Azzurri d’Italia, con bilancio favorevole ai nerazzurri che non hanno mai perso: 3 vittorie e 4 pareggi, 10 reti atalantine, 5 empolesi. Se consideriamo anche le gare giocate al Castellani, nelle 14 occasioni di sfide in serie A il totale è di 5 vittorie atalantine, 2 empolesi e 7 pareggi, 12 reti nerazzurre e 8 toscane.

L’ultimo di questi è quello del 7 febbraio 2016 e fu uno 0-0, risultato tutto sommato strettino per la Dea che giocò meglio nel primo tempo anche se nella ripresa l’Empoli ebbe un’occasione d’oro con Saponara che colpì il palo. Quella era un’Atalanta in grave difficoltà di risultati (veniva dalla sconfitta a Verona con il fanalino Hellas e non vinceva da 9 partite), mentre l’Empoli navigava all’ottavo posto in zone più sicure della classifica.

L’ultima vittoria atalantina è datata addirittura 16 marzo 2008 (con Del Neri in panchina) e fu un sonante 4 a 1 grazie alle reti di Langella, Doni, doppietta di Padoin (entrato nella ripresa) e Vannucchi (per la cronaca nell’Empoli giocavano Giovinco e Marchisio ed il portiere era l’attuale secondo nerazzurro Bassi).

In casa atalantina è possibile un avvicendamento sulla corsia mancina tra Spinazzola e Dramè (anche se quest’ultimo a Milano non è apparso impeccabile), mentre l’intero reparto difensivo è da valutare dopo il duro match di San Siro: Masiello, Toloi e Caldara, pur essendo stati regolarmente convocati, hanno qualche noia fisica  e Zukanovic scalda i muscoli. In mezzo al campo mister Gasperini potrebbe anche decidere si dare una occasione a Freuler dall’inizio. Confermatissimo invece il reparto offensivo. Ai box ancora sia Berisha che Paloschi. Ecco l’undici iniziale: Sportiello, Caldara, Toloi, Zukanovic, Conti, Kurtic, Kessie’, Gagliardini, Dramè, Petagna, Gomez.

Mister Martusciello deve fare i conti con alcuni problemi fisici per Zambelli e Pasqual, che saranno rimpiazzati in difesa da Cosic e Dimarco. Squalificato Krunic, cerca un posto da titolare Josè Mauri. In avanti conferma per Mchedlidze dopo l’ottima prova di domenica, al suo fianco potrebbe toccare al recuperato Pucciarelli. La formazione di partenza potrebbe essere questa: Skorupski, Cosic, Bellusci, Costa, Dimarco, Mauri, Diousse’, Croce, Saponara, Mchedlidze, Pucciarelli.

Tra gli ex ricordiamo in maglia azzurra Guido Marilungo, sfortunato attaccante marchigiano spesso bersagliato dagli infortuni, che ha giocato a Bergamo 3 stagioni tra il 2011 e il 2014 con 46 presenze e 6 gol. Tra i nerazzurri l’attuale secondo portiere nerazzurro Davide Bassi che in terra toscana ha disputato ben 7 campionati difendendo per 185 volte la porta empolese e Leonardo Spinazzola che ha vestito la casacca empolese nel 2012 2013 totalizzando 7 presenze con una rete.

A dirigere il match è stato designato il trentatreenne ravennate Michael Fabbri, alla sua 27ma presenza in serie A, l’ottava della stagione. Nel corso dell’attuale campionato ha arbitrato una volta l’Empoli (nella gara persa a Roma contro la Lazio per 2 a 0) e due volte la Dea (a Cagliari quando arrivò una secca sconfitta e nella gara interna vinta con il Genoa per 3 a 0). Una particolarità: nel corso di questa stagione il fischietto romagnolo non ha mai estratto il cartellino rosso e non ha assegnato neppure un calcio di rigore.

Quella di stasera sarà l’ultima partita dell’anno 2016. A tutti i tifosi nerazzurri un Buon Natale e un felice 2017 ricco – si spera – di tante vittorie e soddisfazioni.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.