BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Non ce l’ha fatta il 54enne investito a Lovere: donati gli organi

Ha lottato per due giorni tra la vita e la morte il panettiere investito mercoledì mattina mentre attraversava il lungolago di Lovere sulle strisce pedonali.

Ha lottato per due giorni tra la vita e la morte, all’ospedale di Brescia, poi ha perso la sua battaglia, Marcello Airoldi, il panettiere 54enne investito mercoledì mattina in centro a Lovere.

Ma ha lasciato un dono inestimabile, i suoi organi che sono stati espiantati e salveranno di sicuro altre persone.

Marcello Airoldi stava attraversando la strada sulle strisce pedonali davanti alla piazza centrale sul lungolago della cittadina sebina, poco prima delle 7 mercoledì, quando è stato investito da una Fiat Punto condotta da un operaio di 43 anni di Piancamuno. Le condizioni del panettiere sono subito apparse gravissime e dall’ospedale di Esine, dove era stato portato in un primo momento, è stato trasferito alla più attrezzata struttura di Brescia.

Ma nella tarda mattinata di venerdì si è spento, lasciando nel dolore la mamma e le due sorelle.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.