BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Atalanta-Pinilla, ora la rottura è definitiva: non rientra a Zingonia, parte a gennaio foto

La società ha concesso all'attaccante cileno un permesso permanente che lo accompagnerà fino alla cessione nella finestra di mercato di gennaio: sulle sue tracce tante squadre di Serie A ma c'è anche il richiamo della sua terra natale.

Una lunga serie di non convocazioni, assenza alla cena di Natale e mancato rientro a Zingonia: se è vero che tre indizi fanno una prova allora l’avventura di Mauricio Pinilla con la maglia dell’Atalanta è arrivata al capolinea.

L’attaccante cileno, dopo una settimana di permesso, martedì avrebbe dovuto ricongiungersi con la squadra a Zingonia per il consueto allenamento ma così non è stato: la società gli ha concesso un permesso permanente che, di fatto, lo mette alla porta e sul mercato, dove di certo non gli mancano ammiratori e pretendenti.

E così a gennaio sarà addio certo, come il direttore sportivo Giovanni Sartori ha confermato a itasportpress.it: “Con Petagna, Paloschi e Pesic il reparto offensivo è già buono così”. 

Quattro presenze e un gol in stagione per “Pinigol” che, nella poca considerazione di Gasperini, ha comunque trovato il modo di mettere la propria firma sul prestigioso successo casalingo contro l’Inter quando ha trasformato il rigore decisivo ed è corso a prendersi l’abbraccio della Curva Nord.

Da lì in poi il suo nome è comparso pochissime volte nella lista dei convocati, complice l’esplosione di Petagna e il filotto di vittorie della squadra che ha attraversato un momento magico: poi l’assenza alla cena di Natale nella serata di martedì 6 dicembre al Casinò di San Pellegrino Terme, il viaggio a Palermo e l’accordo con la società per interrompere il rapporto.

Sulle sue tracce ci sono tante squadre di Serie A, specialmente quelle che lottano per rimanere nella massima serie, ma sarebbe forte anche il richiamo della sua terra natale.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.