BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bergamo non lascia soli i terremotati: gli auguri nel presepe dei bambini di Gandellino fotogallery

I bambini di Gandellino hanno inserito nel proprio presepe un pensiero per le popolazioni terremotate, augurandogli serenità: nel frattempo continuano i lavori ai campi di Amatrice e Tolentino mentre il Anpas Comitato Bergamo ha regalato una roulotte a un residente di Castelsantangelo sul Nera.

Gli auguri dei bambini di Gandellino, il gemellaggio tra la scuola primaria di Rovetta e quelle di Tolentino e Norcia, una roulotte regalata dall’Anpas Comitato Bergamo a un residente di Castelsantangelo sul Nera: a quasi quattro mesi dal primo, devastante sisma che ha scosso l’Italia centrale la solidarietà dei bergamaschi per le popolazioni terremotate non accenna a diminuire.

Un impegno costante, a ogni livello: dalle raccolte fondi alle donazioni private, dalle spedizioni di volontari nei territori che tutt’oggi convivono con le scosse a gesti più semplici ma che toccano il cuore.

Se il volontariato bergamasco, con il responsabile nazionale Anpas di protezione civile per mezzi e materiali e presidente della Croce Blu di Gromo Battista Santus in prima fila, continua a fare la spola tra la provincia e il centro Italia stretti legami si stanno stringendo a livello delle nuove generazioni.

Lunedì 12 dicembre è arrivata a destinazione una roulotte di Anpas Comitato Bergamo, assegnata a un residente di Castelsantangelo sul Nera, in provincia di Macerata, che con il terremoto ha perso tutto: per la delegazione bergamasca è stata solamente una delle tappe del viaggio che ha toccato anche Norcia, Tolentino e Amatrice.

A Norcia i militari stanno procedendo con le gettate sui campi Anpas, dove sorgeranno i prefabbricati per le popolazioni: “Un’operazione che non sarà immediata – commenta Battista Santus – Si parla di lavori completi per Pasqua 2017. Continuiamo a sostenere la gente, assicurando circa 500 pasti al giorno a Norcia, che convive ogni giorno con nuove scosse e ha il morale a terra: da quel punto di vista la situazione è senza dubbio peggiorata perchè le popolazioni si aspettavano una svolta più rapida. Gli interventi da fare, però, sono tanti e importanti e gli sforzi dei volontari vengono ripartiti sulle varie zone colpite dal terremoto”.

Si deve all’Anpas anche il ponte venutosi a creare tra la scuola primaria di Rovetta e quelle di Tolentino e Norcia: un legame che si stringe di giorno in giorno con contatti continui e proficui. Gli studenti bergamaschi hanno mandato cartelli di auguri ai pari età marchigiani e umbri, cercando di alleviare i loro momenti difficili.

C’è anche chi ai terremotati ha dedicato un’intera parete del proprio presepe: sono stati i ragazzi di Gandellino che, tra la capanna, pastorelli e altre statuine hanno lasciato un messaggio di speranza.

“Che questo Natale porti serenità alle popolazioni colpite dal terremoto: buone feste”: un auspicio che non si può non condividere.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.