BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Rivogliamo il Daho”, appello per tornare a ballare nel locale chiuso a Dalmine fotogallery

Attualmente sfitto, l'ex "Daho Club" è in mano a privati che lo avevano affittato a un gestore. Poi la chiusura al pubblico nel settembre del 2015

“È stato uno dei luoghi ‘cult’ della vita notturna bergamasca. Un piccolo angolo di Berlino nascosto in via Mariano a Dalmine”. Chi ha aperto la pagina Facebook “Rivogliamo il Daho” (GUARDA QUI) scrive così dell’ex locale ricavato in un bunker sotterraneo a Dalmine, e chiuso al pubblico da circa un anno e mezzo.

Il locale ha scandito i fine settimana dei giovani bergamaschi (e non solo) a ritmo di indie-rock, musica new-wave, pop, rock ‘n’ roll e tutta una serie di sonorità che hanno rappresentato una valida alternativa alle proposte musicali che di solito riecheggiano nella maggior parte delle discoteche di città e provincia. Tant’è che ora qualcuno spera di potervi fare ritorno.

La pagina Facebook “Rivogliamo il Daho”, comparsa in rete da pochissimi giorni, ha raccolto oltre 400 ‘Mi piace’: numeri presumibilmente destinati ad aumentare. Sono soprattutto i ragazzi di Dalmine e della frazione di Mariano, quelli che per anni hanno rappresentato lo “zoccolo duro” della clientela.

Attualmente sfitto, l’ex Daho Club è in mano a privati che in passato lo avevano affittato a un gestore. Poi la chiusura al pubblico nel settembre del 2015. Il motivo? C’è chi dice a causa di un non meglio precisato “guasto” e chi a causa di problemi sorti tra la proprietà dell’immobile e l’affittuario.

La situazione, al momento, pare essere ferma, anche se la storia del locale non è nuova a fasi di stallo: dagli anni ’80 in poi ha spesso alternato lunghi periodi di stop a stagioni di grande successo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.