BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pm10 nell’aria fuori controllo: Bergamo pronta a limitare traffico e riscaldamento

Le limitazioni potrebbero scattare già da sabato 10 dicembre: è dall'inizio del mese che il livello delle polveri sottili nell'aria non scende sotto la soglia massima consentita.

È da giovedì 1 dicembre che il livello medio di Pm10 nell’aria del Comune di Bergamo non scende sotto il limite massimo di attenzione: per questo motivo sabato 10 dicembre potrebbero scattare le limitazione previste dal “Protocollo aria” di Regione Lombardia qualora venisse rilevato un nuovo sforamento dei 50 microgrammi per metro cubo anche nella giornata di venerdì 9 dicembre.

Come disposto nel documento sottoscritto da 22 Comuni della provincia di Bergamo, infatti, le misure temporanee di primo livello si attivano automaticamente al verificarsi del superamento del limite giornaliero per sette giorni consecutivi, a partire dal giorno successivo (ovvero il nono dal primo superamento) dall’acquisizione ufficiale del dato regionale (l’ottavo giorno).

A Bergamo i dati sono preoccupanti: dall’1 dicembre, con 58 µg/m³, si è passati ai 50 del giorno successivo, dato borderline, per poi assistere a un’impennata a 75, 96, 84, 70, 67 e di nuovo 84 µg/m³ medi nell’aria.

I 35 giorni annui sopra i 50 µg/m³, fissati come limite tollerabile di sforamento, sono già stati superati e l’andamento di questo inizio di dicembre è un chiarissimo campanello d’allarme.

Il Comune di Bergamo, quindi, è pronto ad attivare le proprie contromisure che si tradurrebbero in limitazione del traffico con stop per i veicoli a benzina Euro 0, Diesel Euro 0, 1, 2 e 3 senza filtro antiparticolato.

Limiti verrebbero applicati anche all’uso del riscaldamento nelle case e negli uffici: in particolare il divieto di utilizzare stufe a pellet inferiori alle tre stelle di classe energetica e di andare oltre i 19 gradi in abitaizoni e negozi.

La revoca delle stesse misure arriva dopo due due giorni consecutivi al di sotto dei limiti massimi, con conferma da parte di Regione Lombardia, e cioè il terzo giorno dal rientro con conseguente sblocco dal quarto giorno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da scapigliato

    Il traffico dovrebbe essere limitato ormai da giorni; il problema, temo, è dover assumere una decisione impopolare in pieno shopping natalizio. Peccato, perché non ci dovrebbe essere bisogno di scomodare il solito Churchill per ricordare che le decisioni impopolari fanno parte a pieno titolo di un’azione di governo responsabile.