BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il magistrato-direttore d’orchestra: Gianluigi Dettori conquista il Kazakistan

Il sostituto procuratore della Repubblica di Bergamo ha diretto l'Orchestra Filarmonica di Stato Zhambyl di Almaty: "Davvero emozionante"

Dalla toga da magistrato al frac da direttore d’orchestra il passo è breve, almeno per il sostituto procuratore della Repubblica di Bergamo Gianluigi Dettori. Il pubblico ministero di origine cagliaritana, nella sua seconda veste, ha conquistato il pubblico di Almaty, la città più popolosa del Kazakistan e già capitale dell’ex repubblica sovietica.

Il maestro Dettori, fin da piccolo grande appassionato di musica, che ha studiato per anni, nella serata di mercoledì 7 dicembre ha diretto l’Orchestra Filarmonica di Stato Zhambyl di Almaty, in un concerto organizzato dall’Associazione per il Commercio Italo Kazako in favore di due Onlus della città con anima italiana, Masp e Villaggio dell’Arca, entrambe attive nel campo dell’assistenza, formazione e avviamento al lavoro di minori vulnerabili.

La serata ha visto l’esecuzione da parte dell’orchestra di un programma di musica lirica italiana, da Donizetti a Verdi. Circa 600 gli spettatori, che hanno elogiato il magistrato-musicista, con entusiasmo e prolungati applausi in attesa del bis.

Un’ulteriore affermazione della cultura musicale italiana all’estero. “Mai mi sarei aspettato non tanto gli applausi al concerto, perchè Verdi fa sempre il suo successo – le parole di Dettori – quanto essere andato al conservatorio ed essere accolto dagli studenti in piedi che applaudivano: davvero emozionante”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da scapigliato

    Uomo dai molti talenti. Anzi, di più, perché tra pm e direttore d’orchestra, a mio avviso, c’è più di un’affinità. Ha certamente una marcia in più chi guida le indagini con l’occhio del direttore d’orchestra: sa coordinare, assemblare, valorizzare, con una visione d’insieme e dei particolari. C’è solo da ringraziare se non lascia la toga per il frac. In fondo, un buon concerto è più appagante di una buona indagine. Soprattutto è più bello.