BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sì o no? 820mila bergamaschi chiamati alle urne per il referendum costituzionale

Ma quanti saranno i bergamaschi che si recheranno a votare? Ecco i dati degli aventi diritto, Comune per Comune

Sono oltre 820mila i bergamaschi chiamati alle urne per il referendum costituzionale e decidere se approvare o meno la riforma proposta dal Governo Renzi.

I seggi saranno aperti dalle 7.00 alle ore 23.00 di domenica 4 dicembre. Nel frattempo usciranno i primi exit-poll basati, come si sa, sulle risposte date dai cittadini all’uscita dal seggio, pertanto non molto attendibili.

Per avere primi dati reali e indicativi bisognerà attendere dunque la prima proiezione degli istituti demoscopici Tecnè, Ipr ed Emg (gli unici a farle in questa tornata elettorale) che arriveranno attorno a mezzanotte.

Una proiezione fondata sulle prime cento schede scrutinate e il cui orario esatto di diffusione dipenderà dal numero dei votanti: una volta chiuso il seggio, infatti, c’è una serie di operazioni preliminari da fare (verbalizzare la congruità dei votanti, fare un riscontro delle schede) per le quali di solito si impiega da un quarto d’ora a mezz’ora, tempo che può aumentare qualora ci fossero seggi con ancora un po’ di fila nell’orario di chiusura. Una prima proiezione attorno a mezzanotte (anche qualche minuto prima) è comunque un orario molto attendibile.

Una volta iniziato, lo scrutinio sarà semplice e veloce: Sì o No. Non ci sono simboli di partito né nomi di candidati, per cui le operazioni saranno rapide e l’affluenza non inciderà: qualche centinaio di schede in più per ogni seggio – qualora la partecipazione dovesse essere molto alta – non cambierà i tempi.

Ma quanti saranno i bergamaschi che si recheranno a votare? Ecco i dati degli aventi diritto, Comune per Comune: elettori-e-sezioni-in-bergamasca

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.