BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Liceo Manzù, gli studenti che fumano a scuola non escono all’intervallo

È la decisione presa da Cesare Botti, preside del liceo artistico statale Giacomo e Pio Manzù di Bergamo per vincere la battaglia contro i giovani trasgressori

Più informazioni su

Gli studenti che fumano a scuola non escono all’intervallo. È la decisione presa da Cesare Botti, preside del liceo artistico statale Giacomo e Pio Manzù di Bergamo per vincere la battaglia contro i giovani trasgressori del divieto di fumo anche negli spazi comuni delle scuole, imposto con un decreto legge del 2013.

Di fronte all’impossibilità di far rispettare il patto di collaborazione firmato a inizio anno da genitori e studenti, il dirigente scolastico è passato alle vie di fatto: intervallo sì, ma solo nel tratto di corridoio di fronte alle singole classi.

Oltre alle sigarette, la goccia che ha fatto traboccare il vaso sono state alcune scritte dal contenuto offensivo apparse sui muri dei bagni e di cui non si è riusciti a risalire all’autore. Facendo aggiungere un’ulteriore punizione al divieto d’intervallo ‘libero’: ogni studente dovrà autotassarsi – con un contributo di 5 euro – per raccogliere i 3mila che serviranno a pitturare il muro imbrattato.

Non si è fatta attendere la risposta degli studenti, che in un comunicato hanno spiegato come “non sia giusto generalizzare la questione e che i trasgressori sono solo pochi soggetti”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.