BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Paga la tasse in ritardo di tre anni, in tribunale viene assolto e applaudito

Era accusato di omesso versamento di ritenute Irpef per 260mila euro nel 2012: "Dovevo pagare gli operai, i fornitori e lo Stato; chi poteva aspettare? Lo Stato"

Non ha vinto, ha stravinto Diego Lorenzon, l’imprenditore 53enne di Pordenone proprietario insieme ai fratelli della Poolmeccanica di San Michele che martedì 30 novembre è stato assolto in tribunale dall’accusa di omesso versamento di ritenute Irpef per 260mila euro nel 2012.

Lorenzon davanti al giudice ha voluto rendere una deposizione prima che la malattia con la quale sta combattendo gli impedisse di dare la sua versione dei fatti: era un momento di crisi, la liquidità scarseggiava, c’erano da pagare gli operai, i fornitori e lo Stato; chi poteva aspettare? Lo Stato. 

“È stata una sentenza fondata sul diritto e sulla documentazione presentata – racconta la sorella Paola che insieme ai fratelli Diego e Gianfranco porta avanti l’azienda del padre Giannino -. Perché noi il pagamento di quelle tasse abbiamo solo deciso di rimandarlo, mica di ometterlo. Lo abbiamo fatto scientemente, sapendo che avremmo pagato un 30 per cento in più tra sanzioni, more ed altro. Stiamo ancora pagando e mai ci è passato per la testa di non saldare”.

Una sentenza dunque diversa dalle decine che ormai stanno facendo scuola e che mandano assolti imprenditori impossibilitati a pagare.

Poolmeccanica è un nome nel mondo delle costruzioni in acciaio: ha lavorato al cantiere del Mose a Venezia, è impegnata nel raddoppio del canale di Panama, ha commesse in Benin, ha costruito le strutture meccaniche per i telescopi più grandi del mondo di Atacama in Cile. Adesso le cose vanno bene. Passò un brutto momento tra 2011 e 2012, quando la crisi globale mordeva fino all’osso le imprese.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.