BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Note… di Passione”, concerto per la piccola Yara in Santa Maria Maggiore

Il ricavato della serata sarà interamente devoluto all’associazione La passione di Yara

“Note… di Passione”. E’ questo il nome dell’elevazione musicale il Coro e la Junior Orchestra del Conservatorio Donizetti animeranno domenica 4 dicembre all’interno della splendida Basilica di Santa Maria Maggiore in Piazza del Duomo in Città Alta. L’evento è stato organizzato dall’Associazione La passione di Yara con la collaborazione della Fondazione MIA, al quale il Conservatorio di Musica G. Donizetti di Bergamo ha aderito con entusiasmo.

«Un’occasione preziosa – ha commentato il Maestro Emanuele Beschi Direttore del Conservatorio cittadino – di servizio non soltanto alla Città, ma a tutti i giovani che grazie all’associazione La
passione di Yara potranno avere un’occasione in più per vedere realizzati i propri sogni. Un progetto di servizio dei giovani per i giovani, che racconta come il Conservatorio Donizetti non possa e non voglia “vivere” avulso dalla realtà che lo circonda, ma intenda la musica come bene da condividere, come dono per gli altri. Grazie quindi all’associazione La passione di Yara che ci ha offerto l’opportunità di essere parte di un percorso e di un progetto tanto importanti».

Particolare il programma scelto, che, inanellando pagine dal Barocco alla canzone melodica italiana, vedrà in scena più di 150 tra i più giovani allievi coristi e orchestrali del Donizetti. Il ricavato della serata sarà interamente devoluto all’associazione La passione di Yara, a sostegno delle passioni sportive, artistiche e culturali di adolescenti e giovani. L’associazione si prefigge di favorire la diffusione della cultura giovanile con particolare attenzione a tutte le forme artistiche. Per questo intende aiutare adolescenti e giovani a realizzare i loro sogni, a incoraggiarli nelle loro
fatiche, ad accompagnare il loro impegno. Grazie al contributo dell’associazione, molti ragazzi e molte ragazze potranno continuare a costruire il loro futuro attraverso il sacrificio quotidiano che sorregge una vera passione per la vita.

IL PROGRAMMA:

Domenica 4 dicembre, Basilica di Santa Maria Maggiore, ore 17.30
Note… di passione Elevazione Musicale
Adolph Adam (1803-1856), Oh Holy night (Arr. Keith Christopher)
Antonio Vivaldi (1678-1741), Sinfonia al Santo Sepolcro
Georg Friedrich Haendel (1685-1759), Sarabanda
Giuseppe Tartini (1692-1770), Concerto in fa maggiore op. 58
Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791), Laudate Dominum
John Rutter (1945), The Lord bless you and keep you
Claudio Baglioni (1951) – Antonio Coggio (1939), Fratello sole sorella luna (Arr. Elisa FumagalliGabriella
Mazza)
Maurice Ravel (1875-1937), Pavane for a silent night (Arr. Patrick M. Liebergen)
Christophe Barratier (1963) – Bruno Coulais (1954), Caresse sur l’ocean (Arr. Dario Bezzi-Elisa
Fumagalli)
John Rutter, Et misericordia da “Magnificat”
Valerio Baggio-Valerio Ciprì, Dopotutto (Arr. Gabriella Mazza)
Leonard Cohen (1934-2016), Halleluja (Arr. Elisa Fumagalli)
Wolfgang Amadeus Mozart, Ave verum
Giulio Caccini (1551-1618), Ave Maria (Arr. Elisa Fumagalli)
Marco Frisina (1954), Pacem in terris
Coro e Junior Orchestra
del Conservatorio di Musica “G. Donizetti” di Bergamo
Al pianoforte Fabio Piazzalunga
Maestro del coro Elisa Fumagalli
Direttore Junior Orchestra Gianpietro Fanchini

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Pluto

    Con le divisioni indotte dall’inchiesta e dal processo il buonsenso avrebbe dovuto consigliare di stare TUTTI ZITTI finchè non fossero esauriti i tre gradi del processo.