BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Un solo paradiso”, la sofferenza maschile per un amore finito

Ultimo lavoro del giovane scrittore saronnese Giorgio Fontana, autore di quattro romanzi e del reportage narrativo Babele 56 sulle storie di immigrati a Milano. Ha vinto il premio campiello nel 2014. Ecco un altra storia ambientata in una Milano aspra, ma soprattutto inospitale per un tenero amore infranto. Una spia sul mondo maschile di fronte alla sofferenza amorosa.

Ultimo lavoro del giovane scrittore saronnese Giorgio Fontana, autore di quattro romanzi e del reportage narrativo Babele 56 sulle storie di immigrati a Milano. Ha vinto il premio campiello nel 2014. Ecco un altra storia ambientata in una Milano aspra, ma soprattutto inospitale per un tenero amore infranto. Una spia sul mondo maschile di fronte alla sofferenza amorosa.

Qui il blog. 

Titolo: Un solo paradiso
Autore: Giorgio Fontana
Editore: Sellerio
Genere: Romanzo
Pagine: 194
Prezzo di copertina: Euro 14,00
Anno di pubblicazione: 2016

Giorgio Fontana

Trama:
Milano oggi. Un ragazzo trentenne ha appena avviato la sua attività autonoma e sta tornando stanco e pieno di dubbi verso casa quando decide di fermarsi a bere una birra al Ritornello, il vecchio bar che frequentava con la sua combriccola. Qui trova con stupore Alessio, un amico che non si faceva vedere da tempo, seduto di fronte a una birra con aria perduta e aspetto trasandato, che catturano la sua curiosità. Alessio decide di raccontargli la sua storia, di quando si è innamorato di Martina, delle lunghe passeggiate dei primi tempi, di quando la prima volta la baciò in un vicolo della città che soffiava farina calda fuori da una panetteria nel cuore della notte, della loro vacanza insieme, dei primi cedimenti, incomprensioni e malumori, i quali, invece che trasformare la relazione in senso più maturo, hanno finito per far crollare le certezze di entrambi, spingendo l’una fra le braccia del mai dimenticato ex fidanzato bastardo e l’altro in un baratro di crisi esistenziale. Comincia qui il vero romanzo, nel momento in cui Alessio mette piede nella sua solitudine cronica, nel momento in cui l’amore con la A maiuscola scuote così irrimediabilmente il suo animo da consegnarlo a una serie di ansie implacabili, affievolite dagli Xanax, dai viaggi compulsivi e poi da tanto alcool. Un intera esistenza scossa dall’abbandono di una donna.

Giorgio Fontana

Commento:
Il racconto di un abbandono al maschile, che con grande novità mette in luce gli aspetti della fragilità dell’uomo, quello sbandamento a volte solo di qualche bevuta, a volte insanabile, di colui che scopre grazie al primo amore la prima grande sofferenza. Le fatiche che l’esistenza ci consegna di fronte alla perdita. E ancora: la travolgente passione della simbiosi amorosa, che diventa incapace di comunicare e si rifugia nel sesso perché non sa disvelare le proprie incomprensioni. Il panico della separazione. Nel contorno c’è una Milano labirintica e per giunta rassicurante, perché offre al protagonista uno spazio in cui viaggiare a vuoto, in lungo e in largo, senza meta, che racconta del viaggio interno e apparentemente senza senso che Alessio si trova a dover compiere. Una grande solitudine. Non c’è un vero punto di svolta, Alessio è un personaggio piatto che sta di fronte alla perdita senza mai affrontarla, una caricatura mostruosa, la dolorosa faccia della medaglia dell’amante affranto, la paura che finisce per trasformarsi in incubo. Un racconto del terrore in fondo, un salto mortale nella caverna oscura delle nostre insicurezze più profonde, che si annidano in uno spazio minuscolo dentro di noi ma saltano fuori quando un amore, con forza imperante, ci chiede di arrenderci ad esse.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.