BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Stasera al Donizetti, domani all’Università: Bergamo dà il benvenuto al Presidente Mattarella

Nella settimana clou del referendum che intende cambiare la Costituzione di cui proprio lui, il Presidente della Repubblica, è garante, mentre la politica torna al centro della vita quotidiana dei cittadini e il giorno dopo aver sottolineato il proprio ruolo di arbitro, Sergio Mattarella arriva a Bergamo

Benvenuto Presidente.

Nella settimana clou del referendum che intende cambiare la Costituzione, di cui proprio lui, il Presidente della Repubblica, è garante, mentre la politica torna prepotentemente al centro della vita quotidiana dei cittadini, e il giorno dopo aver sottolineato il proprio ruolo di arbitro, Sergio Mattarella arriva a Bergamo a cavallo delle giornate di martedì 29 novembre e mercoledì 30.

 L’occasione della presenza a Bergamo del capo dello Stato (cinque anni dopo quella di Giorgio Napolitano, allora in visita ufficiale per i 150 anni dell’Unità d’Italia) è il concerto-evento che festeggia il mezzo secolo di carriera del maestro Riccardo Muti, grande amico di Mattarella che proprio nella nostra città esordì il 27 novembre 1966 con l’Orchestra “Vit Nejedly” della Gioventù Musicale di Praga. I due, con ogni probabilità, si incontreranno al termine del concerto nell’ufficio dell’assessore alla Cultura Nadia Ghisalberti, all’interno del teatro stesso.

Il Presidente sbarcherà all’aeroporto di Orio al Serio tra le 18 e le 18,30 a bordo del Falcon 900 dell’Aeronautica, dove sarà accolto dal prefetto Tiziana Costantino e dal sindaco di Bergamo Giorgio Gori, che siederanno con lui nel palco assieme ad alcuni membri del suo staff. Un rapido saluto per poi dirigersi verso le 20,15 alla volta del teatro cittadino, dove ad attenderlo ci saranno le altre personalità istituzionali e politiche del territorio. Il Presidente dovrebbe tuttavia fare prima tappa all’esclusivo Relais ‘San Lorenzo’ in Città Alta, l’hotel-ristorante a “5 stelle” nel cuore del borgo medioevale di Bergamo dove cenerà e pernotterà con il suo entourage.

Sono circa 1.080 le persone che hanno acquistato il biglietto del concerto. Cifre da sold-out annunciato che hanno spinto il Comune di Bergamo e la Fondazione Donizetti a pensare di estenderne la visione in diversi punti della città. Sarà possibile assistere all’evento in diretta dal Centro Congressi Giovanni XXIII, ma anche dall’Aeroporto di Orio, dove i passeggeri in transito potranno godere dello spettacolo dal terminal delle partenze. Il concerto sarà proiettato anche alla Casa di Riposo Carisma per allietare gli ospiti della struttura di via Gleno e al teatro del Seminario Vescovile Giovanni XXIII di Città Alta.

Dopo la notte di riposo al Relais di Piazza Mascheroni (il tour cittadino non è una visita presidenziale ufficiale e per questo non sarà ospite del palazzo del governo, la Prefettura) e la colazione che gli verrà servita in camera al risveglio (o per meglio dire, nella suite), il Presidente farà tappa nella mattinata di mercoledì 30 novembre all’Aula magna di Sant’Agostino, sede del polo umanistico dell’Università, dove ad attenderlo intorno alle 11 ci saranno il rettore Remo Morzenti e gli studenti dell’ateneo per l’inaugurazione dell’anno accademico. Sergio Mattarella, eletto Capo dello Stato il 31 gennaio del 2015, ha da sempre rivolto un’attenzione particolare ai giovani: “Nelle partite di calcio, quando il gioco si svolge senza falli né irregolarità, l’arbitro neppure si nota. Questo è un po’ il mio compito, un lavoro che in larga parte non si vede perché non si fa con i proclami”, ha recentemente detto agli studenti incontrati al Quirinale, a una manciata di giorni dal referendum.

Seguiranno la visita alla Basilica di Santa Maria Maggiore in Piazza Duomo per l’incontro col vescovo Francesco Beschi, e quella alla biblioteca civica Angelo Mai. Diciotto ore passate tra luoghi pregni di storia e cultura della nostra città, prima di ripartire alla volta dello scalo di Orio al Serio e quindi rientrare a Roma.

MATTARELLA A BERGAMO – LA MAPPA DEGLI SPOSTAMENTI

(Clicca sull’icona con la freccia in alto a sinistra per visualizzare passo dopo passo l’itinerario del presidente della Repubblica)

Il percorso di Mattarella sarà ovviamente protetto da un rigido cordone di sicurezza. Gli uomini del protocollo del Quirinale sono all’ombra delle Mura già da due settimane e hanno effettuato sopralluoghi al Donizetti e a Sant’Agostino. Ad ogni modo, quella che si appresta ad accogliere il Presidente “non sarà una città blindata”, ha fatto sapere nei giorni scorsi il questore Fabiano Girolamo. I cittadini avranno dunque diverse occasioni per salutare il Presidente: la prima martedì 29 novembre sul Sentierone, intorno alle 20, quando arriverà al Teatro Donizetti. La seconda è prevista intorno alle 10 di mercoledì 30 novembre in viale Papa Giovanni XXIII. Mattarella, infine, saluterà i bergamaschi verso le 12 di mercoledì, quando sarà a godersi, anche se per breve tempo, le bellezze di piazza Vecchia e piazza del Duomo.

Per dare il benvenuto al presidente della Repubblica, Palafrizzoni ha invitato i cittadini e i commercianti ad esporre la bandiera tricolore. Nel frattempo, c’è chi il suo benvenuto personale lo ha già dato. Come il 53enne pittore bergamasco Luigi Oldani, che ha dedicato al capo dello Stato e al direttore d’orchestra Riccardo Muti uno dei suoi ritratti in bianco e nero. Mattarella, come testimoniato dal post su Facebook dell’artista, sembra già apprezzare.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.