BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Kurtic e Masiello prestazioni straordinarie, per Sportiello ritorno tranquillo

Più informazioni su

SPORTIELLO 7: Dopo averlo distrutto, Gasp lo definisce “di valore”, costretto dall’infortunio di Berisha a rimandarlo dentro per i prossimi venti giorni. E’ la giornata dei rientri dei numeri uno. Non c’è gara con Mirante visto il risultato. La difesa, impermeabile, lo protegge più del solito. Tranquillo, rischia solo sulla punizione di Viviani, ma l’aiuta la traversa. Rimane patrimonio dell’Atalanta. Berisha un prestito con Lotito che non fa sconti nemmeno alla mamma. Pensiamoci. Bentornato.

MASIELLO 8: Meglio di Conti in zona gol. Usa il vecchio piattone che non tradisce mai. Dietro è un muro. Anche fisicamente ricorda Samuel, la stessa espressione sempre sofferente.

CALDARA 7: Comanda la difesa. Poche sbavature, in una lo aiuta Sportiello. Un altro bomber di razza, Destro, che non vede palla: aumenta la collezione. Lo aspetta Higuain.

ZUKANOVIC 7: Si propone con semplicità anche nelle cose difficili. Non lo ricordo in difficoltà. Ora Gasperini ha più di una scelta. Toloi al rientro: chi esce?

CONTI 6.5: Si divora un’occasione incredibile davanti alla porta sguarnita. Questa volta le cose migliori le fa nella fase difensiva che era considerata il suo tallone d’achille.

KESSIE 6.5: Sottotono – per assurdo – rispetto alle precedenti partite dove era stato più trascinatore. Ci aveva abituato alla grande. Ma anche così il suo contributo è importante. L’ammonizione lo ha condizionato. Un segno di maturità.

GAGLIARDINI 7.5: Un giallo che costa, per rimediare a un passaggio orizzontale di Kessie e conseguente traversa di Viviani su punizione. Non ci sarà con la Juventus. Reagisce con carattere con le consuete sgroppate senza alcun disagio. Un turno di squalifica serve anche per rifiatare.

FREULER S.V.

SPINAZZOLA 6: Spinge tanto, ma con pochi risultati. Anche nelle chiusure non convince del tutto. Non commette errori decisivi e ciò gli vale l’assoluzione.

KURTIC 8: Stantuffo a limitare Viviani, regista avversario. Trova fiato per sgroppate sulle fasce. Di testa fa meglio dei bomber di razza andando più in alto di tutti al raddoppio. Mai visto un Kurtic così con i precedenti allenatori. Il migliore di tutti.

PETAGNA 7: Pressa, insegue tutti. La squadra ne beneficia specie quando il Bologna tenta di recuperare. Di fisico guadagna punizioni importanti. Non è abbastanza cinico quando all’inizio del secondo tempo cicca la palla del raddoppio. Rimedia Kurtic.

PESIC S.V.

GOMEZ 7.5: Non centra la porta ma diventa decisivo per gli assist che dispensa a Masiello e allo stesso Kurtic. Una sola volta (52’) diventa egoista e Kessie e Petagna meglio disposti non glielo mandano a dire. Ma lui è il capitano. Specie nel primo tempo la retroguardia del Bologna lo vede con il binocolo.

D’ALESSANDRO S.V.

GASPERINI 8: “Ci stanno aspettando” aveva dichiarato alla vigilia. Alla maniera di quando da bambini si aspettava la neve. Ancora una volta vuole essere più comandante del Fidel, testè scomparso, lasciando a casa Stendardo, Carmona e Pinilla, trattati un poco come ferri vecchi piuttosto che poco allineati. A gennaio varranno meno di zero e manco saluteranno. Chi se ne frega, oggi siamo tutti con Gasp, come eravamo tutti contro dopo le prime cinque. L’Atalanta è la squadra del giorno. Lui l’allenatore del momento. Viviamo questo periodo con un entusiasmo che ha preso anche coloro che di calcio non si interessano proprio. E’ una bellissima favola, Gasperini giustamente mette le mani avanti a proposito del prossimo turno in quel di Torino, casa Juventus: “Non è la cosa migliore arrivarci dopo la loro sconfitta di Genova”. Siamo sicuri che già ci sta pensando. Definisce il presidente “generosissimo”, solo perché scende negli spogliatoi a fine gara. Gatta ci cova. Che si prepari un premio Europa League o Coppa Italia ?

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.