BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Operazione Zingonia, nuova raffica di perquisizioni dei carabinieri fotogallery

“Operazione Zingonia”, colpo di coda dell’indagine dei Carabinieri della Compagnia di Treviglio nella mattina di sabato 26 novembre. Nuova “raffica” di perquisizioni dei militari dell’Arma in un altro “palazzone”.

A distanza di circa 10 giorni dalla nota “Operazione Zingonia” dei Carabinieri della Compagnia di Treviglio guidati dal Capitano Davide Onofrio Papasodaro, dalle prime ore dell’alba di oggi sono in atto altre perquisizioni in un altro palazzone di Ciserano, rientrante sempre nel complesso immobiliare multiplo “Anna”.

Si tratta, in sostanza, di un “colpo di coda”, o meglio di una “bretella d’indagine” di quella principale sfociata nelle attività di polizia giudiziaria compiute il 15 novembre 2016 dai militari dell’Arma della Bassa Bergamasca.

Una trentina di uomini, con il supporto di un’unità cinofila antidroga e del Nucleo Elicotteri di Orio al Serio, diretti e coordinati sul posto dal nuovo Comandante di Compagnia dei Carabinieri, sta ispezionando e perquisendo diversi appartamenti potenziale “covo di spacciatori” su ordine della Procura della Repubblica di Bergamo che ha firmato il “blocco” di decreti.

Anche questa volta cinturata la zona ed interdetto il traffico nelle vie adiacenti. Ancora quindi un segnale tangibile della ferma presenza dello Stato su un territorio difficile sotto il profilo dell’ordine della sicurezza pubblica come appunto quello di “Zingonia”.

Importanti, anche questa volta, i risultati operativi conseguiti dai Carabinieri della Compagnia di Treviglio durante l’operazione di Polizia Giudiziaria eseguita nella notte tra venerdì 25 e sabato 26 novembre e terminata al mattino. Complessivamente, una decina le perquisizioni locali e domiciliari eseguite in contemporanea dai militari dell’Arma, la maggior parte delle quali disposte dalla Magistratura di Bergamo ed altre ancora, invece, eseguite d’iniziativa direttamente dai Carabinieri della Bassa Bergamasca. Questa volta è stato il condominio “Anna 1” di Ciserano – via Bologna ad essere controllato da circa 30 militari, che hanno tra l’altro cinturato tutto il complesso immobiliare dall’inizio alla fine delle attività, conclusesi a metà mattinata.

Sequestrati circa 3 chili di hashish distribuiti in due degli appartamenti sottoposti a perquisizione domiciliare. Rinvenuto anche circa mezzo etto di cocaina e di sostanza da taglio in un altro locale, oltre a materiale vario per il confezionamento e la pesatura dello stupefacente.

Durante le attività di perquisizione sono stati anche rintracciati 12 marocchini, tra cui due donne, con un’età compresa tra i 20 e i 30 anni, clandestini sul territorio nazionale, che avevano trovato “ospitalità” o “rifugio” negli appartamenti ispezionati dai militari dell’Arma. Nei loro confronti è scattata la denuncia penale per la loro posizione di irregolarità sul territorio nazionale, oltre all’avvio della prescritta procedura di espulsione amministrativa tramite l’Autorità di Pubblica Sicurezza.

Ritrovati anche coltellacci, mannaie ed altre armi improprie, anch’esse sottoposte a sequestro. Si tratta di strumenti atti all’offesa probabilmente utilizzati dagli stranieri per gli scontri tra “gruppi di spacciatori” per il controllo dello spaccio su strada.

Riscontrato, anche in questa circostanza, parecchio degrado negli appartamenti perquisiti, oltre che un complessivo stato di abbandono ed incuria dell’intero complesso abitativo, come già appunto rilevato in occasione delle precedenti perquisizioni domiciliari eseguite al condominio “Anna 2”.

Per la rimozione degli ostacoli fissi sono stati impiegati i Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di Bergamo. Messe in campo poi anche due unità cinofile antidroga del Comando di Polizia Locale di Treviglio, che hanno così fattivamente collaborato con i Carabinieri della Compagnia di Treviglio. Sul posto, anche in questa occasione, al termine delle operazioni, è intervenuto personalmente il Sindaco di Ciserano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Matteo

    Niente di personale ma credo che abbiamo già molteplici problemi di micro criminalita nostra e lasciare certe persone libere di agire nel nostro paese nn giovi alla sicurezza nostra di noi cittadini.